Ciambella con farina di mais Fioretto e zucchero grezzo di barbabietola

Ormai, con questo caldo, il tempo della polenta è finito, ma non la farina che è rimasta in dispensa in attesa di essere utilizzata.
Ed ecco una delle varie soluzioni: mischiarla alla farina 0 per preparare una ciambella per la prima colazione.
Ne è risultato un dolce compatto, un po’ rustico e leggermente “ruvido” in bocca, ma nel complesso gustoso e soprattutto privo di grassi. La cottura in forno probabilmente lo avrebbe reso più soffice, ma ho preferito utilizzare il mio fornetto Versilia che non surriscalda la cucina.

ciambella con farina mais foto

Ingredienti:
50 g di farina di mais Fioretto
200 g di farina 0
110 g di zucchero grezzo di barbabietola
120 g circa di latte
2 uova
1 bustina di lievito per dolci non vanigliato
1 tazzina da caffè di liquore alla melissa
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Nella planetaria, frusta a filo, montare le uova con lo zucchero.
In una ciotola setacciare la farina 0 con il lievito, aggiungere la farina di mais e miscelare bene.
Montare la frusta K e versare le polveri nella planetaria, aggiungere il latte ed il liquore e, da ultimo, il sale. Far funzionare a velocità 2 sino ad ottenere un composto ben amalgamato ed abbastanza fluido.
Ungere il fornetto Versilia, versarvi l’impasto e cuocere su fornello medio tenuto al minimo per 50/60 minuti.
Volendo utilizzare il forno cuocere a 180° per circa 50 minuti.

Invidia belga all’arancia

invidia belga all'arancia foto

Ingredienti per 4 persone:
4 cespi di invidia piccoli o 2 grandi
1 piccola arancia con la buccia edibile
150 ml di vino bianco secco
3 rametti di timo
1 cucchiaino di zucchero grezzo di barbabietola
½ cucchiaino di curcuma in polvere
olio evo
sale e pepe

Esecuzione:
Lavare accuratamente l’arancia, spremerne il succo e tagliare a striscioline molto sottili la buccia togliendo la maggior parte dell’albedo.
Lavare i cespi di invidia dopo averli divisi in 4 parti, scolarli bene e metterli in una capiente ciotola. Aggiungere il succo e i filetti di arancia, lo zucchero grezzo, il vino dove sarà stata sciolta la curcuma, il timo un po’ di sale e di pepe.
Mescolare e lasciare riposare una decina di minuti poi versare tutti gli ingredienti in una casseruola, coprire e stufare a fuoco basso per 10 minuti.
A cottura ultimata sgocciolare le invidie, metterle insieme alle scorze d’arancia in una padella antiaderente unta con poco olio evo e farle dorare per alcuni minuti.

Torta di zucca e noci

La zucca, un tempo usata anche come borraccia da pastori e contadini, nelle sue varie forme è un alimento molto versatile in cucina e si presta sia per preparazioni salate sia dolci. Inoltre, se intera, si conserva a lungo, mentre una volta tagliate deve essere posta in frigorifero. La mia torta non ha il bel colore giallo caratteristico di questo ortaggio a causa delle noci tritate e, soprattutto dello zucchero grezzo usato per prepararla.torta zucca noci foto

Ingredienti per una teglia da 24 cm:

200 g di zucca pulita
200 g di farina 0
100 g di zucchero grezzo di barbabietola
2 uova
30 ml di olio di semi di mais
80 g di gherigli di noce
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 bustina di lievito istantaneo
½ bicchierino da caffè di brandy
1 pizzico di sale
un po’ di noce moscata
zucchero a velo per spolverizzare

Esecuzione:

Privare la zucca della buccia, tagliarla a cubetti e cuocerla nel microonde alla massima potenza per 10 minuti, lasciarla raffreddare poi frullarla con il pizzico di sale.
Nel mixer tritare i gherigli delle noci, insieme a due cucchiai di zucchero, tenendone da parte alcune metà per guarnire.
Setacciare la farina con il lievito, versarla nella planetaria poi aggiungere i gherigli tritati, la cannella ed una grattatina di noce moscata.
In un recipiente montare con le fruste elettriche e uova con il restante zucchero, aggiungere l’olio e, da ultimo, la purea di zucca.
Versare il composto sulle polveri, aggiungere il brandy e, con la frusta K amalgamare bene il tutto.
Rivestire di carta forno una tortiera, versarvi il composto e porre in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti circa.

Rustici ma buoni – Biscotti alle arachidi

biscotti rustici arachidi foto

Parafrasando biscotti assai più celebri, ho dato questo nome ai miei perché hanno un aspetto decisamente rustico, però sono risultati gustosi e prevedo una breve durata.
Sono facilissimi da preparare e richiedono poco tempo.
Con queste dosi ne vengono 25/30, dipende dalla grandezza.

Ingredienti:

80 g arachidi tostate
250 farina 0
100 g zucchero grezzo barbabietola
80 g di latte
60 g olio di semi di arachidi
1 cucchiaino di lievito per dolci
40 g di gocce di cioccolato
1 pizzico di sale

Esecuzione:

Pesare le gocce di cioccolato e metterle in freezer per almeno 10 minuti.
Tritare grossolanamente le arachidi tenendone da parte un po’ per guarnire i biscotti.
Setacciare la farina con il lievito poi versarla in una capiente ciotola insieme allo zucchero grezzo di barbabietola.
Miscelare bene poi aggiungere il pizzico di sale, l’olio di semi di arachidi e il latte, mescolando con una spatola di silicone, sino ad ottenere un impasto sodo ed omogeneo.
Aggiungere le arachidi tritate e le gocce di cioccolato. Se l’impasto risultasse troppo duro aggiungere un po’ di latte.
Con l’ausilio di un cucchiaio prelevare delle palline di impasto della grandezza di una noce, rigirarle tra le mani come a formare una polpetta poi appiattirle all’altezza di un dito e guarnirle con le mezze arachidi tenute da parte.
Disporre i biscotti su una teglia rivestita di carta forno e cuocere a 180° per 20 minuti.
Devono uscire dal forno ancora un po’ teneri perché induriscono raffreddandosi.

Ciambella alle tre farine cotta nel Fornetto Versilia

ciambella 3 farine foto

Una ciambella nata per caso utilizzando ingredienti presenti in dispensa e rimasti da preparazioni precedenti. Sebbene non siano stati usati olio o burro è risultata soffice e gustosa. La presenza della farina di mais la rende leggermente granulosa e a mio parere adatta soprattutto alla prima colazione.

Ingredienti:
100 g di farina 0
100 g di farina di castagne
100 g di farina di mais precotta
100 g di zucchero grezzo di barbabietola
3 uova
1 tazzina da caffè di vermut
200 ml di latte
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Setacciare insieme la farina 0, quella di castagne ed il lievito poi unire la farina di mais miscelandole bene tra loro.
In una ciotola montare a neve ferma gli albumi unendo il pizzico di sale; nella planetaria montare i tuorli con lo zucchero utilizzando la frusta a filo, unire il vermut, il latte. Inserire la frusta K e versare poco alla volta le farine.
Aggiungere la terza parte degli albumi mescolando velocemente con una spatola di silicone, infine versare i rimanenti mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
Imburrare ed infarinare il fornetto Versilia, versarvi l’impasto e cuocere per 50 minuti circa su fornello medio con fiamma al minimo.
Spenta la fiamma aspettare un paio di minuti prima di togliere il coperchio e lasciare intiepidire la ciambella prima di toglierla dallo stampo.