Ciambella al succo di arancia aromatizzata al Cointreau cotta nel Versilia

 

 

Ingredienti:
250 g di farina 00
180 g di zucchero semolato
3 uova medie
70 ml di olio di semi di mais
120 ml di succo di arancia
50 g di gocce di cioccolato fondente
1 bustina di lievito
la punta di un cucchiaino di bicarbonato
1 bicchierino di liquore Cointreau
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Nella planetaria montare le uova intere con lo zucchero utilizzando la frusta a filo.
Inserire la frusta K, farla funzionare, versare l’olio a filo, poi il succo di arancia, il sale, il Cointreau (io ho utilizzato quello prodotto da me) e infine la farina setacciata con il lievito e il bicarbonato.
Amalgamare bene il tutto poi aggiungere le gocce di cioccolato preventivamente tenute in freezer per indurirle.
Imburrare ed infarinare la pentola fornetto Versilia, versare il composto e cuocere su fuoco medio tenuto al minimo per circa 60 minuti.
Lasciare intiepidire la ciambella nello stampo prima di capovolgerlo per sformarla.

Ciambella all’arancia e Cointreau

Adatta alla prima colazione, ma anche da gustare alla fine di un pranzo famigliare, questa ciambella si prepara in poco tempo e senza difficoltà.
Per non accendere il forno ho utilizzato il fornetto Versilia, ma può essere cotta anche in forno a 180°.

ciambella arancia cointreau foto

Ingredienti:
350 g di farina per dolci
150 g di zucchero semolato
3 uova medie
70 ml di olio di semi di mais
120 ml di succo di arancia
2 cucchiai di buccia di arancia grattugiata
50 ml di Cointreau
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Con una frusta o nella Planetaria montare le uova intere con lo zucchero ed il pizzico di sale. Aggiungere l’olio di semi, il Cointreau (ho utilizzato quello preparato da me), la buccia grattugiata dell’arancia e infine la farina alternandola con il succo di arancia amalgamando bene il tutto.
Imburrare ed infarinare la pentola fornetto, versarvi il composto e cuocere su fornello medio per circa 50°.
Lasciare intiepidire la ciambella prima di sformarla su una griglia.

Torta con ripieno di pasta di mandorle

Questa torta, che solitamente riscuote un certo successo, è molto facile da preparare e di sicura riuscita. Nel ripieno ho utilizzato il liquore Cointreau preparato da me, ma, in alternativa, soprattutto se vi sono anche bambini, si può sostituire con altro succo di arancia.

torta ripieno pasta mandorle foto

Ingredienti per un teglia da 24 cm:
Per la pasta frolla:
300 g d farina 00
125 g di burro freddo
100 g di zucchero a velo
1 uovo
½ bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale

Per il ripieno di pasta di mandorle:
150 g di farina di mandorle
120 g di zucchero semolato
la buccia grattugiata di una arancia
succo di 1 arancia
liquore Cointreau qb

Esecuzione:
Preparare la pasta frolla inserendo nella planetaria la farina setacciata con il lievito, il sale, lo zucchero e il burro freddo a pezzetti.
Fare funzionare a velocità 2 sino ad ottenere una consistenza sabbiosa.
Aggiungere l’uovo, l’estratto di vaniglia e continuare ad impastare sino ad ottenere delle briciole. Se occorre aggiungere un po’ di acqua
Versare il composto sulla spianatoia e impastare velocemente a mano, poi avvolgerlo nella pellicola e porlo in frigorifero per almeno 30 minuti.
Preparare il ripieno mettendo in una ciotola la farina di mandorle, lo zucchero e la buccia grattugiata dell’arancia, aggiungere poco alla volta il succo dell’arancia poi il Cointreau sino a raggiungere un composto di consistenza pastosa ma morbido.
Dividere la frolla in due parti una maggiore dell’altra; con il mattarello stendere la maggiore in forma circolare e foderare una tortiera imburrata o rivestita di carta da forno. Versare il ripieno e livellarlo.
Stendere la seconda parte, ricoprire il ripieno e sigillare tutto attorno creando un bordo decorativo.
Con la pasta eccedente guarnire la torta.
Infornare a 180° e cuocere per circa 50 minuti.
Lasciare intiepidire la torta prima di sformarla perché potrebbe rompersi.

Ciambella marmorizzata al cacao e arancia

Ingredienti:
300 g di farina 0
180 g di zucchero semolato
80 ml di olio di semi di mais
3 uova medie
80 ml di succo di arancia
1 bustina di lievito per dolci
15 g di cacao amaro
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Nella planetaria, con la frusta a filo, montare le uova con lo zucchero sino a renderle chiare, poi, sempre montando, aggiungere l’olio e il succo di arancia.
Setacciare la farina con il lievito poi versarla a cucchiaiate nella planetaria dopo avere inserito la frusta K. Aggiungere un pizzico di sale.
Quando il composto sarà bene amalgamato versarne 1/3 in una ciotola, aggiungere il cacao dopo averlo setacciato e incorporarlo sino a ottenere un colore uniforme.
Imburrare ed infarinare uno stampo da ciambella, poi, con l’aiuto di un mestolino versare i due impasti alternandoli.
Cuocere in forno pre riscaldato a 170/175° per circa 40 minuti.

Tagliatelle dolci di Carnevale

In famiglia l’esperta di questi dolcetti era zia Amelia, la moglie del fratello maggiore di mio padre. Le sue tagliatelle dolci erano insuperabili: fritte ma non unte, croccanti al punto giusto, un po’ appiccicose per lo zucchero che, in cottura, caramellava.
Lei stessa ne era ghiotta e le preparava tutto l’anno, non solo per Carnevale.
Bastava una telefonata per avvertirla della visita e si era certi di trovarne un bel piatto ad attendere.
Sono sempre piaciute molto anche a me e, fattami dare dalla zia la ricetta, ogni anno le preparo anche se non tralascio le ben più famose sfrappole.
Facilissime da fare, derivano dalla tradizionale preparazione delle tagliatelle: bastava aggiungere un po’ di zucchero e di buccia di limone o arancia alla pasta all’uovo e un’autentica leccornia era pronta.
Con il passare del tempo la ricetta è andata arricchendosi di ingredienti a seconda della creatività delle varie “arzdåuri” (massaie) e di ciò che avevano a disposizione.
Purtroppo la tradizione di preparare le tagliatelle dolci va perdendosi, sempre meno sono i fornai che le mettono in vendita e, chi le vuole gustare, le deve preparare da sé.

tagliatelle dolci carnevale foto

Ingredienti per 6-8 persone:
500 g di farina 0
4 uova medie
30 g di brandy
succo di arancia q.b
un pizzico di sale.
scorza grattugiata di un limone
zucchero semolato q.b.
strutto per friggere
zucchero a velo

Esecuzione:
Inserire nella planetaria o nel mixer la farina preventivamente setacciata per arieggiarla, le uova, il brandy, la scorza grattugiata del limone (solo la parte gialla), il sale ed iniziare ad impastare. Lavorare a lungo aggiungendo succo di arancia quanto basta per ottenere una pasta da sfoglia morbida ed elastica.
Lasciare riposare l’impasto in frigorifero avvolto in pellicola per almeno 20 minuti prima di iniziare a stenderlo.
Sulla spianatoia con il mattarello, o con la macchina per la pasta, stendere una sfoglia come per preparare le tagliatelle tradizionali e lasciarla asciugare bene altrimenti lo zucchero semolato si inumidisce, le tagliatelle, nel tagliarle, si appiccicano e nel friggere non si aprono.
Cospargere le strisce con abbondante zucchero semolato lasciando un bordo di un paio di millimetri per evitare che troppo zucchero fuoriesca in cottura, arrotolarle e, con una coltellina molto affilata, tagliarle come per preparare le tagliatelle senza però aprire i rotolini.
Friggerle poche alla volta nello strutto bollente (180° circa) utilizzando un tegame alto e stretto; alcune si apriranno, altre rimarranno chiuse perché è questa la loro caratteristica. Lo zucchero tenderà a caramellarsi ed alcune assumeranno un colore bruno.
Scolarle e porle ad asciugare su carta assorbente.
Spolverizzarle con zucchero a velo e servirle fredde.