Spezzatino di vitello con patate

Lo spezzatino in umido è un piatto cucinato in tutta l’Italia, ma le ricette sono innumerevoli differenziandosi in base ai tipi di carne, alle verdure che vengono aggiunte, agli aromi.
In comune hanno l’utilizzo di tagli poco pregiati e che richiedono una lunga e lenta cottura a temperature non troppo elevate.
In questa preparazione ho utilizzato la carne di vitello che abitualmente acquisto solo per l’arrosto.

spezzatino vitello foto

Ingredienti per 4 persone:
800 g di carne di vitello
50 g di pancetta
1 cucchiaio di olio evo
1 piccola cipolla dorata
1 carota
1 gambo di sedano
1 foglia di alloro
1 bicchiere di vino bianco secco
200 g di polpa di pomodoro
un rametto di rosmarino
sale e pepe
700 g di patate a pasta gialla

Esecuzione:
Tagliare la carne di vitello a cubetti il più possibile regolari.
Tritare finemente la pancetta e porla a soffriggere in una casseruola insieme all’olio evo.
Aggiungere cipolla carota e sedano tritati, salare per fare uscire l’acqua dalle verdure e soffriggere sino alla completa eliminazione dell’acqua.
Aggiungere i cubetti di vitello e rosolarli a fuoco vivace per sigillare la carne, poi versare il vino bianco e lasciarlo evaporare. Unire la foglia di alloro, il rosmarino e la polpa di pomodoro e cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti. Se il sugo dovesse restringersi troppo aggiungere acqua o brodo bollente. Aggiustare di sale e pepe.
Nel frattempo sbucciare le patate, tagliarle a cubetti e sbiancarle nell’acqua bollente per 5 minuti per facilitarne la cottura con la carne.
Trascorsi 30/40 minuti la carne dovrebbe essere abbastanza tenera, quindi aggiungere le patate e terminare la cottura.

Annunci

Spezzatino di manzo con patate

spezzatino manzo patate foto

Di facile esecuzione, questa pietanza richiede però tempo e pazienza perché, per prepararla, occorrono più di due ore dato che lo spezzatino di manzo vuole una lunga cottura, ma ne vale la pena.
Per le patate ho tratto spunto da una ricetta del famoso cuoco Gualtiero Marchesi che prevede una pre cottura in padella, tuttavia non ho notato una grande differenza rispetto a quando le verso direttamente nella casseruola dove cuoce la carne.

Ingredienti per 4 persone:
800 g di carne di manzo
800 g di patate
50 g di burro
50 g di olio evo
1 bicchiere di passata di pomodoro
1 rametto di rosmarino
1 rametto di salvia
1 foglia di alloro
1 spicchio di aglio
½ bicchiere di vino rosso secco
sale e pepe
farina q.b.
olio di semi di arachide q.b. per la padella

Esecuzione:
Porre sul fuoco una casseruola dal fondo pesante con il burro e l’olio evo e, quando i grassi iniziano a soffriggere, aggiungere la salvia e il rosmarino legati con un filo bianco da cucina, la foglia di alloro e lo spicchio di aglio.
Infarinare leggermente la carne di manzo tagliata a piccoli pezzi il più possibile regolari e rosolarli da tutti i lati rigirandoli spesso.
Bagnare poco alla volta con il vino rosso intiepidito e farlo evaporare poi unire la passata di pomodoro, salare e pepare.
Incoperchiare e cuocere a fuoco moderato per circa 90 minuti mescolando spesso.
Se lo spezzatino tende ad asciugarsi troppo bagnare con acqua calda o brodo.
Mentre la carne cuoce, pelare le patate, tagliarle a pezzi della grandezza di una noce, lasciarle immerse nell’acqua per una decina di minuti, poi asciugarle.
Versare in una padella possibilmente di ferro l’olio di semi di arachide e, quando sarà caldo, cuocere le patate a fuoco moderato portandole a metà cottura, scolarle dall’olio aggiungerle alla carne e terminare la cottura.

Contorno di verdure miste in microonde

contorno verdure miste foto

Probabilmente i Francesi la chiamerebbero “Ratatouille”, ma io preferisco, quando possibile, utilizzare nomi italiani. Questo è un contorno che si può preparare ”con quel che c’è” in quanto le verdure si possono aumentare, diminuire, modificare a seconda dei gusti o di quel che si ha in frigorifero. È leggero perché, sebbene sia presente l’olio, non vi è frittura, l’uvetta dà una nota dolce ed i pinoli la croccantezza che attualmente è molto di moda in cucina.

Ingredienti per 4 persone:
2 patate medie o una grande (circa 250 g.)
2 zucchine (200 g circa)
1 carota (100 g circa)
50 g di olive nere denocciolate
2 cucchiai i pinoli
2 cucchiai di uvetta
2 cucchiai di aceto di vino bianco
4 cucchiai di olio evo
sale e pepe

Esecuzione:
Lavare e spuntare le zucchine e la carota; lavare e sbucciare le patate; scolare le olive dal liquido di conservazione.
Tagliare le verdure a cubetti lasciando le olive intere, metterle in un contenitore adatto al microonde insieme ai pinoli e all’uvetta, irrorare con l’olio evo e l’aceto, salare e pepare.
Mescolare il tutto, coprire con coperchio o pellicola adatta e cuocere a 720 W per complessivi 15-18 minuti mescolando un paio di volte.
Spegnere e lasciare riposare almeno 5 minuti prima di servire.
Si può gustare anche tiepido o freddo purché non di frigorifero.

Pranzo di Pasqua, uova benedette e pesce d’Aprile

pesce aprile uova benedette foto

Quest’anno la Pasqua è coincisa con il 1 giorno di aprile solitamente dedicato a scherzi più o meno bonari, i cosiddetti pesci d’aprile. Per il pranzo ho pensato di unire le due cose portando in tavola sia le uova sode benedette durante la veglia pasquale, sia un pesce di pasta brisèe fatto utilizzando un vecchissimo stampo ereditato dalla zia. I particolari non sono venuti ben delineati perché, essendo lo stampo a dir poco antidiluviano e di alluminio non mi sono fidata e tra lui e la pasta ho messo la carta forno.

Ingredienti:
1 rotolo di pasta brisèe già pronta
3 patate (circa 500 g)
80 g di formaggio spalmabile
40 g di olive verdi snocciolate
1 uovo
1 scatola di tonno da 80 g
sale, pepe, noce moscata.

Esecuzione:
Cuocere le patate nel microonde o nel modo che si preferisce poi sbucciarle e schiacciarle in una capiente ciotola aiutandosi con una forchetta. Evitare di utilizzare il mixer perché diventano troppo cremose e, al momento di servire, il ripieno tende ad “uscire” dalla fetta.
In un’altra ciotola rompere l’uovo, sbatterlo con la forchetta ed aggiungerlo alle patate insieme al formaggio, al tonno sbriciolato, alle olive tagliate a rondelle.
Salare, pepare, grattugiare un po’ di noce moscata e con una spatola di silicone amalgamare bene il composto.
Srotolare la pasta brisèe, capovolgendovi sopra lo stampo ritagliare quella che a cottura ultimata diventerà la base. Con la restante pasta rivestire lo stampo premendo bene per far assumere la forma del pesce, poi tagliare l’eccedente che potrà essere usato per altre preparazioni.
Versare all’interno il ripieno, distribuirlo accuratamente aiutandosi e premendo con un cucchiaio, poi coprire con la parte di pasta ritagliata precedentemente e saldare bene i bordi. Praticare alcuni fori per permettere l’uscita del vapore durante la cottura.
Porre in forno preriscaldato a 200° e cuocere per 30 minuti poi togliere il pesce dallo stampo, appoggiarlo sulla base e rimettere in forno per altri 5/10 minuti affinché la parte superiore assuma una colorazione dorata.
Servire freddo accompagnato da uova sode e verdure di stagione.

Strudel di patate e tonno

Avevo in frigorifero un rotolo di pasta sfoglia che si avvicinava a grandi passi alla scadenza, ma nulla di particolarmente appetitoso con cui farcirlo.
La fantasia non mi manca, quindi, dopo una breve escursione in dispensa, ho deciso di utilizzare come base le patate, che non mancano mai.
Lo strudel è piaciuto, volendo trovare un difetto direi che l’interno è risultato un po’ troppo morbido, la prossima volta aggiungerò un ingrediente che dia un po’ di croccantezza e sapidità come le olive o qualche gheriglio di noci.

Strudel patate foto

Ingredienti:
230 g di pasta sfoglia pronta
350 g di patate pesate crude
1 uovo
80 g di formaggio spalmabile
1 scatoletta di tonno sottolio da 160 g
sale, pepe, noce moscata

Esecuzione:
Lessare le patate nel microonde dopo averle bucherellate o a vapore, sbucciarle e, ancora calde metterle in una ciotola capiente e schiacciarle con l’apposito strumento. Evitare di frullarle perché diventano troppo cremose.
Scolare il tonno dall’olio, sbriciolarlo, aggiungerlo alle patate insieme al formaggio spalmabile.
In una ciotola rompere l’uovo, salare, pepare, grattugiare la noce moscata e, con una forchetta sbattere poi versarli sulle patate.
Servendosi di una spatola di silicone amalgamare bene il tutto.
Srotolare la pasta sfoglia tolta dal frigorifero una decina di minuti prima dell’uso, spalmarvi sopra la farcitura lasciando liberi i bordi, con l’aiuto della sua carta arrotolarla, saldare bene i bordi per evitare la fuoriuscita del ripieno, poi praticare sulla superficie dei fori per permettere la fuoriuscita del vapore in cottura.
Cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti.
Lo strudel di patate può essere gustato sia tiepido sia freddo.
Se conservato in frigorifero intiepidirlo prima dell’uso per ridare croccantezza alla pasta sfoglia.

Spuntature di maiale con patate

spuntature maiale foto

Il loro nome ufficiale è costine, ma non a Bologna, qui noi le chiamiamo spuntature o, in alcuni casi costolette.
Non è certamente un piatto raffinato e tanto meno dietetico,ma assai gustoso e, una volta tanto, si può anche accontentare la gola, tanto più che in cottura le spuntature perdono una parte del loro grasso. Inoltre, cosa da non sottovalutare, il loro prezzo è contenuto e, con l’aggiunta delle patate, possono diventare un pranzo completo.

Ingredienti per 4 persone:
1 Kg di spuntature di maiale
1 Kg di patate
4 cucchiai di olio evo (in alternativa olio di arachidi)
2 spicchi di aglio
salamoia bolognese (in alternativa sale, pepe, aghetti di rosmarino)

Esecuzione:
Lavare, asciugare, sbucciare e tagliare a tocchetti non troppo piccoli le patate, disporle in un unico strato in una teglia dai bordi alti rivestita di carta da forno, cospargerle con la salamoia ed irrorarle con l’olio. Aggiungere gli spicchi di aglio privati della pelle.
Insaporire anche le spuntature con la salamoia e disporle sopra le patate.
Infornare a 180° e cuocere per 30 – 40 minuti controllando che la carne non si abbrustolisca troppo.

Coniglio sugo di pomodoro e patate

coniglio patate e pomodoro

Ingredienti per 4 persone:
1 coniglio di circa 1 kg
500 g di patate
5 cucchiai di olio evo
1 rametto di rosmarino
2 foglie di alloro
qualche foglia di salvia
2 spicchi di aglio
salamoia bolognese q.b.
½ bicchiere di vino bianco secco
½ bicchiere di salsa di pomodoro
1 bicchiere di aceto
acqua q.b.
sale e pepe

Esecuzione:
Tagliare a pezzi il coniglio e metterlo a bagno per 30 minuti in acqua e aceto, asciugarlo, metterlo in una casseruola per pochi minuti facendolo andare a fuoco vivace per eliminare parte del siero della carne.
In un tegame soffriggere a fuoco moderato l’olio e l’aglio poi unire la salvia, il rosmarino, l’alloro e il coniglio massaggiato, per insaporirlo, con la salamoia bolognese.
Rosolarlo e cuocerlo. Dopo circa 30’ aggiungere il vino e lasciare evaporare.
Coprire con un coperchio e dopo altri 10 minuti aggiungere la salsa di pomodoro e le patate pelate e tagliate a pezzi; Pepare aggiustare di sale ed eventualmente aggiungere un po’ di brodo se dovesse risultare troppo asciutto.
Incoperchiare e cuocere per altri 20 minuti o sino a quando le patate non siano cotte.