SUGO PANNA E OLIVE DI SUOR GERMANA

Sapendo che mi interesso di cucina e che mi piace collezionare ricette, è successo più di una volta che, in occasione del Natale, mi sia stata regalata l’”Agenda Casa” di suor Germana che, invece di utilizzare, ho sempre conservato tra i libri di cucina perché spunto per preparare piatti per lo più facili, veloci ed economici.
Questo sugo è tratto dall’Agenda 2017, ma, alla ricetta originale, ho apportato una importante modifica.
Il titolo recita: “Tortellini panna e olive”, un sacrilegio, per rimanere in ambito conventuale, per chi come me è nata all’ombra delle due torri.
A Bologna suol dirsi che <<i tortellini muoiono in brodo>>; infatti come se ne può gustare appieno il sapore se lo si copre con altri ingredienti?
L’uso di una pasta non ripiena ha reso, però, questo sugo già di per sé molto delicato un po’ insipido per cui ho aggiunto di mia iniziatica un pizzico di sale ed una grattugiata di noce moscata che ben si abbina alla panna e che è presente nei tortellini casalinghi.

pasta panna e olive foto

Ingredienti per 4 persone:
50 g di burro
250 g di panna da cucina
25 olive nere denocciolate, 30 se con il nocciolo
sale e noce moscata [non previsti dalla ricetta]

Esecuzione:
Snocciolare le olive se si sono acquistate con il nocciolo e tagliarle a pezzettini.
Sciogliere il burro in un tegamino e aggiungere la panna e le olive tritate.
Fare cuocere per alcuni minuti sino ad ottenere un sughetto denso. Aggiungere un pizzico di noce moscata e aggiustare di sale.
Scolare la pasta e condirla con la salsa

Pasta alla crema di cipolla olive e rosmarino

Questa non è una mia creazione, ma è stata tratta dalla rivista “Sale e pepe” seppure con qualche piccola modifica. La ricetta originale prevede l’utilizzo della cipolla bianca che, non avendola in casa, ho sostituito con la rossa, inoltre gli spaghettoni previsti come pasta non piacciono a tutti.
Ho trovato eccessiva la quantità di acqua, infatti prima di aggiungere il vino, ho dovuto toglierne una parte altrimenti il sugo sarebbe risultato troppo brodoso e non ho aggiunto i due cucchiai di acqua di cottura previsti alla fine.

pasta crema cipolle olive rosmarino foto

Ingredienti per 4 persone:
350 g di spaghettoni [io pipe rigate]
6 cipolle bianche [io rosse]
100 g di olive nere denocciolate
6 rametti di rosmarino con i fiori
1 dl di vino bianco secco
olio evo
sale e pepe

Esecuzione:
Sbucciare le cipolle, affettarle e metterle in una padella con 4 rametti di rosmarino legati insieme, coprire con acqua fredda [mi sembra eccessiva], chiudere la padella con il coperchio e fare stufare le cipolle per 40 minuti.
Aggiungere due cucchiai di olio, il vino e proseguire la cottura per altri 20 minuti fino a quando il liquido è quasi completamente assorbito.
Unire le olive tritate, mescolare, fare insaporire per 3-4 minuti, togliere dal fuoco ed eliminare il mazzetto di rosmarino.
Lessare la pasta al dente, scolarla e ripassarla in padella con il sugo preparato, due cucchiai di acqua di cottura della pasta [non li ho messi] e due cucchiai di olio.
Completare con ciuffetti di rosmarino rimasto e fiori [non messi perché non di stagione], pepe olio crudo e servire.

Pasta alle noci e pangrattato

Questa può essere definita una ricetta anti spreco, infatti prevede l’utilizzo del pane raffermo grattugiato che così non viene sprecato ma utilizzato in un condimento che si prepara velocemente. Solo le noci richiedono un po’ di tempo per essere schiacciate e tritate, ma a questo si può provvedere in anticipo così da averle pronte al momento di utilizzarle. Il latte al posto della panna rende la salsa più leggera, inoltre è più facile averlo in casa.

noci e pangrattato foto

Ingredienti per 4 persone:
60 g di gherigli di noce (circa 10 noci)
20 + 10 g di burro
1 cucchiaio di olio evo
30 g di pangrattato
1 ciuffo di prezzemolo
200 ml di latte
4 cucchiai di Parmigiano
cannella in polvere se piace
noce moscata
sale e pepe
350 g di pasta a piacere

Esecuzione:
Mentre la pasta cuoce schiacciare le noci e tritare grossolanamente i gherigli.
In una padella sufficiente a contenere la pasta scaldare 20 grammi di burro ed il cucchiaio di olio evo poi mettere il pangrattato ed i gherigli di noce e lasciarli insaporire.
Versare il latte e, quando la salsa inizia a rapprendersi, aggiungere un piccolo mestolo di acqua di cottura della pasta, salare e pepare.
Scolare la pasta al dente, versarla nella padella, unire i restanti 10 g di burro, il Parmigiano, la cannella, la noce moscata, aggiungere un po’ di acqua di cottura e mantecare il tutto.
Servire la pasta dopo averla spolverizzata con foglioline di prezzemolo tritato.

Pasta zucchine e tonno

pasta zucchine tonno foto

Ingredienti per 4 persone:

320 g di pasta corta
2 zucchine (300 g circa)
2 scatole di tonno all’olio da 80 g
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
4 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di salsa di pomodoro
sale e pepe

Esecuzione:

Lavare, asciugare e spuntare le zucchine, tagliarle a cubetti e versarle in una padella dove già si sta scaldando l’olio.
Salarle, peparle e cuocerle a fuoco medio per 15 minuti.
Tritare il prezzemolo e aggiungerlo alle zucchine insieme alla salsa di pomodoro.
Cuocere 5 minuti poi aggiungere il tonno spezzettato e proseguire la cottura per altri 5 minuti.
Appena la pasta è cotta condirla con il sugo e servire.
Volendo si può aggiungere un po’ di Parmigiano grattugiato, ma io, con il tonno, non lo metto.

Farfalle con piselli e prosciutto

farfalle prosciutto e piselli foto

Ingredienti per 4 persone:
1 piccola cipolla bianca o dorata
240 g di piselli medi cotti a vapore
4 cucchiai di olio evo
1 bicchierino di passata di pomodoro
2 cucchiai di latte (facoltativo)
200 g di gambuccio di prosciutto macinato
1 bicchierino da caffè di vino bianco secco
sale, pepe di mulinello
300 g di farfalle rigate o altra pasta a piacere

Esecuzione:
Tritare la cipolla e farla soffriggere in una casseruola con 4 cucchiai di olio evo.
Salare, pepare poi aggiungere la passata di pomodoro e dopo alcuni minuti i piselli e 2 cucchiai di latte (possono essere sostituiti da un po’ di brodo). Portare a cottura.
Nel frattempo, in un’altra casseruola rosolare brevemente il prosciutto macinato, aggiungere il bicchierino di vino e lasciare evaporare.
Cuocere la pasta prescelta, condire con i piselli poi aggiungere su ogni piatto un po’ di prosciutto.

Mezze maniche con crema di ricotta erba cipollina e noci

crema ricotta e noci foto

Ingredienti per 4 persone:
250 g di ricotta
5 gherigli di noci
qualche stelo di erba cipollina
4 cucchiai di Parmigiano grattugiato
2 cucchiai di olio evo
sale, pepe, noce moscata
1 pizzico di cannella in polvere
320 g di mezze maniche o altra pasta corta

Esecuzione:
Mettere la ricotta in una ciotola e lavorarla un po’ con un cucchiaio di legno o una spatola di silicone per ammorbidirla. Irrorare con l’olio, aggiustare di sale e pepe, aggiungere una grattatina di noce moscata, il pizzico di cannella e mescolare.
Spezzettare i gherigli di noci, lavare asciugare l’erba cipollina, tagliuzzarla con le forbici, aggiungere alla ricotta insieme al Parmigiano e mescolare.
Nel frattempo cuocere la pasta prescelta, scolarla tenendone da parte un mestolino da aggiungere, se necessario, alla ricotta.
Trasferire la pasta nei piatti tenuti in caldo e condire con la crema di ricotta.

Mancando le noci, si possono sostituire con 2 cucchiai di pinoli da aggiungere sulla pasta già condita con la crema di ricotta.

Pasta carciofi e noci

Il carciofo, pianta tipicamente mediterranea, deve il suo nome scientifico “Cynara scolymus” ad un antico mito greco.
Cinara era una ninfa bellissima di cui si innamorò Zeus. Era però così capricciosa che il padre degli dei, esasperato, la tramutò in un ortaggio verde come i suoi occhi, spinoso per ricordare le pene amorose a lui inflitte, ma con un cuore tenero e dolce in ricordo del loro amore: il carciofo.
Dalle innumerevoli proprietà, questo ortaggio si presta sia ad essere mangiato crudo quando è tenero e giovane, sia alla preparazione di svariate ricette.

Ingredienti per 4 persone:
5 carciofi freschi (in alternativa 200 g in spicchi surgelati)
70 g di gherigli di noci
Mollica di pane quanto un uovo
latte q.b.
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di vino bianco secco
olio evo q.b.
qualche fogliolina di menta
sale, pepe, un po’ di noce moscata
2 cucchiai di Parmigiani grattugiato
1 limone (se si usano carciofi freschi)

Esecuzione:
Schiacciare le noci tenendo da parte alcuni gherigli divisi in 4 per guarnire i piatti.
Se si usano i carciofi freschi mondarli, spuntarli abbondantemente, tagliarli a fette sottili ed immergerli in una bacinella con acqua e limone per evitare che anneriscano.
Sgocciolarli e stufarli in un tegame con 2 cucchiai di olio evo, lo spicchio di aglio, il vino, un po’ di acqua, sale e pepe.
I carciofi surgelati vanno stufati nella stessa maniera.
Lasciarli intiepidire, togliere l’aglio poi frullarli con i gherigli di noce, il pane dopo averlo ammollato nel latte, le foglioline di menta, il Parmigiano grattugiato, la noce moscata.
Aggiustare di sale e pepe, aggiungere un po’ di olio ed un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta se il composto risulta troppo duro, condire e guarnire i piatti con i gherigli tenuti da parte.

Pesto “al volo” di olive verdi e nere

pesto olive al volo

Un altro pesto facile e veloce che ho titolato “al volo” perché si prepara a freddo mentre si cucina la pasta e, se ne resta, può essere spalmato anche sui crostini.
Si può fare in anticipo e conservare anche per un paio di giorni in frigorifero in un barattolo di vetro ricoperto di olio evo. Adatto anche ai vegetariani, senza l’aggiunta del Parmigiano si presta ad essere consumato anche dai vegani.

Ingredienti per 4 persone:
80 g di olive verdi snocciolate
40 g di olive nere snocciolate
15 g di mandorle pelate
60 g di patata lessata
1 cucchiaino di capperi
2 cucchiaini di prezzemoli tritati
5 cucchiai di olio evo
1 cucchiaio di Parmigiano
sale, pepe nero di mulinello

Esecuzione:
Lessare, sbucciare la patata (io l’ho cotta nel microonde) e pesarne 60 g.
Grattugiare il Parmigiano, strizzare i capperi per eliminare l’aceto.
Porre tutti gli ingredienti, ad eccezione del sale, nel mixer e frullare sino a rendere il tutto cremoso.
Assaggiare prima di aggiungere il sale perché il pesto potrebbe essere già abbastanza saporito data la presenza delle olive.
Cuocere la pasta preferita tenendo da parte un paio di cucchiai di acqua di cottura per aggiungerli al pesto nel caso risultasse troppo consistente.
Condire e servire.

Sugo alle melanzane, cipolla e capperi

melanzane cipolla capperi

Un altro sugo facile e veloce per condire la pasta. Se ne può anche preparare una dose doppia per poterne congelare una parte da usare in seguito.

Ingredienti per 4 persone:

1 melanzana tonda di circa 350 g
1 cipolla piccola, circa 150 g
2 cucchiai di capperi sottaceto
5 cucchiai di olio evo
1 bicchiere di passata di pomodoro
sale e pepe

Esecuzione:

Pulire ed affettare sottilmente la cipolla. Lavare, spuntare e tagliare a cubetti la melanzana. Scolare i capperi dall’aceto.
In una casseruola versare l’olio evo poi soffriggere la cipolla con i capperi per alcuni minuti.
Aggiungere i cubetti di melanzana, rosolare per 5 minuti poi versare la passata di pomodoro, salare, pepare e cuocere finché le melanzane non siano morbide e ben cotte.
Nel frattempo cuocere la pasta del formato preferito purché piccolo, scolarla e condirla con il sugo.

Mezze penne con cipolla e zucchine

mezze penne cipolla zucchine

Un sugo che si prepara velocemente mentre la pasta cuoce, richiede pochi ingredienti che spesso si hanno già in casa e risulta gustoso e al contempo leggero.

Ingredienti per 4 persone:

200 g di cipolla
300 g di zucchine
1 spicchio di aglio
sale, pepe
un po’ di peperoncino se piace
4 cucchiai di olio evo
4 cucchiai di parmigiano
300 g di mezze penne

Esecuzione:

Mondare la cipolla, lavarla, affettarla finemente poi in una casseruola soffriggerla nell’olio insieme allo spicchio di aglio.
Lavare, asciugare, spuntare le zucchine, tagliarle a cubetti poi aggiungerle alla cipolla dopo aver tolto lo spicchio di aglio e farle rosolare. Salare, pepare ed aggiungere il peperoncino.
Nel frattempo cuocere la pasta, scolarla e farla saltare nella casseruola insieme a 4 cucchiai di parmigiano.
Versare nei piatti e servire.