Torta salata con borragine e crema alla ricotta.

Per una Pasquetta forzatamente trascorsa tra le mura domentiche una torta salata facile e veloce da preparare.

Ingredienti per una teglia da 24 cm:
1 confezione di pasta sfoglia rotonda
300 g di borragine pulita
250 g di ricotta vaccina
2 uova
3 cucchiai di olio evo
1 spicchio di aglio
10 g di pecorino
20 gr di Parmigiano
80 g di formaggio spalmabile
50 g di mandorle
sale, pepe, noce moscata
latte q.b.

Esecuzione:
Sbollentare le foglie di borragine, strizzarle dall’acqua poi saltarle in padella con 3 cucchiai di olio evo e lo spicchio di aglio da togliere in seguito, salare e pepare.
Tritare grossolanamente le mandorle poi metterle nel mixer insieme alla borragine raffreddata, a 50 g di ricotta, al formaggio spalmabile, 1 chiara di uovo, salare, pepare e amalgamare il tutto.
In una ciotola versare 200 g di ricotta, l’uovo intero e il tuorlo rimasto, salare, pepare, grattugiare un po’ di noce moscata e rendere il tutto cremoso aggiungendo, se occorre, un po’ di latte.
Rivestire una tortiera con la pasta sfoglia, farcire con uno strato di borragine, spolverizzare con il Parmigiano ed il pecorino grattugiati. Per ultimo distribuire uniformemente la crema di ricotta. Guarnire a piacimento ed infornare a 200° per circa 40 minuti.

Mele cotogne infagottate

cotogne infagotto foto

In agosto, durante le vacanze trascorse in Trentino, ho acquistato in pasticceria dei dolcetti vagamente assomiglianti a strudel monoporzione composti da un involucro di pasta sfoglia con un ripieno di mela e confettura presumibilmente di albicocca. Inutile chiedere la ricetta, mi sarebbero stati rivelati quegli ingredienti che già avevo notato, quindi ho lavorato di fantasia mettendoci anche un po’ del mio.
Avendo a disposizione molte mele cotogne ho deciso di provare a riprodurli utilizzando questi frutti e la marmellata di arance che a me piace più dell’albicocca e le cui scorzette hanno conferito al ripieno una piacevole nota amarognola.

Ingredienti per 6 persone:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
2 mele cotogne
4 cucchiai di zucchero semolato
2 cucchiai di vino bianco secco
6 cucchiai di marmellata di arance

Esecuzione:
Lavare, spazzolare le mele cotogne per togliere la peluria, privarle della buccia e del torsolo, tagliarle a pezzi e cuocerle in tegame con 2 cucchiai di zucchero e due di vino sino ad intenerirle, oppure per 10 minuti a potenza media nel microonde. Lasciarle raffreddare.
Nel frattempo srotolare la pasta sfoglia, tagliarla in quadrati in modo da ricavarne 6.
Su ciascuno versare un cucchiaio raso di confettura di arancia, disporre al centro 4-5 pezzetti di mela cotogna (dipende dalla grandezza e dal gusto), spolverizzare con un po’ di zucchero e chiudere i fagottini portando le punte verso il centro.
Disporli su una teglia rivestita di carta forno, spolverizzarli con un altro po’ di zucchero e cuocere in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti o sino a quando la pasta sfoglia risulterà dorata.

Strudel di patate e tonno

Avevo in frigorifero un rotolo di pasta sfoglia che si avvicinava a grandi passi alla scadenza, ma nulla di particolarmente appetitoso con cui farcirlo.
La fantasia non mi manca, quindi, dopo una breve escursione in dispensa, ho deciso di utilizzare come base le patate, che non mancano mai.
Lo strudel è piaciuto, volendo trovare un difetto direi che l’interno è risultato un po’ troppo morbido, la prossima volta aggiungerò un ingrediente che dia un po’ di croccantezza e sapidità come le olive o qualche gheriglio di noci.

Strudel patate foto

Ingredienti:
230 g di pasta sfoglia pronta
350 g di patate pesate crude
1 uovo
80 g di formaggio spalmabile
1 scatoletta di tonno sottolio da 160 g
sale, pepe, noce moscata

Esecuzione:
Lessare le patate nel microonde dopo averle bucherellate o a vapore, sbucciarle e, ancora calde metterle in una ciotola capiente e schiacciarle con l’apposito strumento. Evitare di frullarle perché diventano troppo cremose.
Scolare il tonno dall’olio, sbriciolarlo, aggiungerlo alle patate insieme al formaggio spalmabile.
In una ciotola rompere l’uovo, salare, pepare, grattugiare la noce moscata e, con una forchetta sbattere poi versarli sulle patate.
Servendosi di una spatola di silicone amalgamare bene il tutto.
Srotolare la pasta sfoglia tolta dal frigorifero una decina di minuti prima dell’uso, spalmarvi sopra la farcitura lasciando liberi i bordi, con l’aiuto della sua carta arrotolarla, saldare bene i bordi per evitare la fuoriuscita del ripieno, poi praticare sulla superficie dei fori per permettere la fuoriuscita del vapore in cottura.
Cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti.
Lo strudel di patate può essere gustato sia tiepido sia freddo.
Se conservato in frigorifero intiepidirlo prima dell’uso per ridare croccantezza alla pasta sfoglia.