Amor polenta – Il dolce di Varese

Questo dolce fa parte della tradizione lombarda, in particolare di Varese.
Si narra che un pasticcere di Varese, notando che non esisteva un dolce tipico della città, ne volle creare uno con i prodotti della tradizione locale, disegnando poi lui stesso l’originale stampo in cui deve essere cotto.
Sono numerosi i dolci italiani che utilizzano la farina di mais, ma ciò che rende questo diverso dagli altri è proprio il tipico stampo, scanalato all’interno che fa sì che, una volta sformato il dolce, siano già evidenti le fette.
Non è facile trovarlo, io l’ho cercato a lungo prima di rinvenirlo in un negozio di casalinghi. In mancanza si potrebbe utilizzare anche uno stampo da plumcake, ma, in questo caso, perde la sua forma caratteristica e diventa uno dei tanti dolci alla farina di mais.
Il dolce originale prevede l’uso della farina Fioretto a lenta cottura, io ho utilizzato quella a cottura rapida ed il risultato è stato ottimo.

Ingredienti:
180 g di farina di mais Fioretto
240 g di farina 00
6 uova
300 g di zucchero
240 g di burro
25 g di mandorle
1 bicchiere scarso di Vermut bianco
½ bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
latte q.b.

Esecuzione:
Nella planetaria montare lo zucchero con il burro e il pizzico di sale poi aggiungere le uova una alla volta in modo da ottenere una crema montata.
Frullare le mandorle sino a farle diventare farina.
In una ciotola mischiare le due farine con il lievito e la farina di mandorle, versare nella planetaria insieme al vermut.
Amalgamare il tutto sino ad ottenere un composto omogeneo aggiungendo un po’ di atte se dovesse risultare troppo compatto.
Imburrare ed infarinare lo stampo caratteristico, versarvi l’impasto e cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa 40 minuti.

Ciambella con farina di mais Fioretto e zucchero grezzo di barbabietola

Ormai, con questo caldo, il tempo della polenta è finito, ma non la farina che è rimasta in dispensa in attesa di essere utilizzata.
Ed ecco una delle varie soluzioni: mischiarla alla farina 0 per preparare una ciambella per la prima colazione.
Ne è risultato un dolce compatto, un po’ rustico e leggermente “ruvido” in bocca, ma nel complesso gustoso e soprattutto privo di grassi. La cottura in forno probabilmente lo avrebbe reso più soffice, ma ho preferito utilizzare il mio fornetto Versilia che non surriscalda la cucina.

ciambella con farina mais foto

Ingredienti:
50 g di farina di mais Fioretto
200 g di farina 0
110 g di zucchero grezzo di barbabietola
120 g circa di latte
2 uova
1 bustina di lievito per dolci non vanigliato
1 tazzina da caffè di liquore alla melissa
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Nella planetaria, frusta a filo, montare le uova con lo zucchero.
In una ciotola setacciare la farina 0 con il lievito, aggiungere la farina di mais e miscelare bene.
Montare la frusta K e versare le polveri nella planetaria, aggiungere il latte ed il liquore e, da ultimo, il sale. Far funzionare a velocità 2 sino ad ottenere un composto ben amalgamato ed abbastanza fluido.
Ungere il fornetto Versilia, versarvi l’impasto e cuocere su fornello medio tenuto al minimo per 50/60 minuti.
Volendo utilizzare il forno cuocere a 180° per circa 50 minuti.

Ciambella alle tre farine cotta nel Fornetto Versilia

ciambella 3 farine foto

Una ciambella nata per caso utilizzando ingredienti presenti in dispensa e rimasti da preparazioni precedenti. Sebbene non siano stati usati olio o burro è risultata soffice e gustosa. La presenza della farina di mais la rende leggermente granulosa e a mio parere adatta soprattutto alla prima colazione.

Ingredienti:
100 g di farina 0
100 g di farina di castagne
100 g di farina di mais precotta
100 g di zucchero grezzo di barbabietola
3 uova
1 tazzina da caffè di vermut
200 ml di latte
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Setacciare insieme la farina 0, quella di castagne ed il lievito poi unire la farina di mais miscelandole bene tra loro.
In una ciotola montare a neve ferma gli albumi unendo il pizzico di sale; nella planetaria montare i tuorli con lo zucchero utilizzando la frusta a filo, unire il vermut, il latte. Inserire la frusta K e versare poco alla volta le farine.
Aggiungere la terza parte degli albumi mescolando velocemente con una spatola di silicone, infine versare i rimanenti mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
Imburrare ed infarinare il fornetto Versilia, versarvi l’impasto e cuocere per 50 minuti circa su fornello medio con fiamma al minimo.
Spenta la fiamma aspettare un paio di minuti prima di togliere il coperchio e lasciare intiepidire la ciambella prima di toglierla dallo stampo.