Torta di pasta frolla con ripieno di ricotta

Ingredienti per una teglia di 24 cm:

Per la pasta frolla:
400 g di farina 00
165 g di burro
120 g di zucchero a velo
1 uovo grande
8 g di lievito per dolci
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
latte se occorre

Per il ripieno:
400 g di ricotta vaccina
70 g di mandorle tritate finemente
10 g di buccia di arancia essiccata
50 g di gocce di cioccolato fondente
150 g di zucchero semolato
1 cucchiaio di Cointreau

Esecuzione:
Porre le gocce di cioccolato in freezer per evitare che durante la cottura si sciolgano troppo.
Preparare la pasta frolla inserendo nella planetaria lo zucchero, il sale, la farina setacciata con il lievito e il burro freddo a pezzetti. Inserire la frusta a foglia e fare andare a velocità 2 sino ad ottenere una consistenza sabbiosa.
Aggiungere l’uovo, l’estratto di vaniglia e, se occorre un po’ di latte e fare funzionare sino ad amalgamare il tutto.
Versare la pasta sulla spianatoia, formare velocemente una palla, rivestirla con pellicola e porla in frigorifero per almeno 30 minuti.
Nel frattempo preparare il ripieno frullando in una capiente ciotola la ricotta con lo zucchero sino a renderla cremosa. Aggiungere le mandorle tritate finemente, la buccia di arancia essiccata ed ammorbidita nel Cointreau e con una spatola amalgamare il tutto. Da ultimo aggiungere le cocce di cioccolato prelevate dal freezer.
Dividere la pasta frolla tenendone da parte 1/3 per la copertura. Stendere la rimanente nella teglia anche lungo le pareti. Versare il ripieno, livellarlo bene poi ricoprire il tutto con la restante pasta frolla e sigillare il bordo creando un cordone decorativo.
Infornare a 180° per 60 minuti, spegnere il forno ed aspettare 5 minuti prima di togliere la torta. Lasciarla raffreddare su una griglia prima di sformarla perché potrebbe rompersi.
Può essere preparata con un giorno di anticipo.

Torta con noci e mele

torta noci mele foto

Ingredienti per una teglia da 24 cm:
420 g di farina 00
4 uova
230 g di zucchero semolato
120 di olio di mais o 150 g di burro fuso e freddo
85 g di gherigli di noci
1 + ½ mela
2 cucchiaini da te di estratto di vaniglia
60 ml di latte
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Spezzettare manualmente i gherigli di noce con l’aiuto di un coltello. Sbucciare le mele e tagliarle a cubetti.
Nella planetaria, frusta a filo, montare le uova con lo zucchero sino a renderle chiare e spumose.
Montare la frusta a foglia, aggiungere il pizzico di sale, l’olio di semi di mais o il burro fuso e freddo se si è optato per questo ingrediente, il latte, l’estratto di vaniglia e, poco alla volta la farina preventivamente setacciata con il lievito sino ad ottenere un composto ben amalgamato. All’occorrenza aggiungere un altro po’ di latte nel caso l’impasto risultasse troppo duro.
Versare nell’impasto i gherigli di noce spezzettati, i cubetti di mela e proseguire impastando delicatamente con una spatola di silicone.
Rivestire una teglia con carta da forno, versarvi l’impasto e infornare a 175° per circa 60 minuti.
Lasciare raffreddare su una griglia e, volendo, spolverizzare con zucchero a velo prima di servire.

Torta con ripieno di pasta di mandorle

Questa torta, che solitamente riscuote un certo successo, è molto facile da preparare e di sicura riuscita. Nel ripieno ho utilizzato il liquore Cointreau preparato da me, ma, in alternativa, soprattutto se vi sono anche bambini, si può sostituire con altro succo di arancia.

torta ripieno pasta mandorle foto

Ingredienti per un teglia da 24 cm:
Per la pasta frolla:
300 g d farina 00
125 g di burro freddo
100 g di zucchero a velo
1 uovo
½ bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale

Per il ripieno di pasta di mandorle:
150 g di farina di mandorle
120 g di zucchero semolato
la buccia grattugiata di una arancia
succo di 1 arancia
liquore Cointreau qb

Esecuzione:
Preparare la pasta frolla inserendo nella planetaria la farina setacciata con il lievito, il sale, lo zucchero e il burro freddo a pezzetti.
Fare funzionare a velocità 2 sino ad ottenere una consistenza sabbiosa.
Aggiungere l’uovo, l’estratto di vaniglia e continuare ad impastare sino ad ottenere delle briciole. Se occorre aggiungere un po’ di acqua
Versare il composto sulla spianatoia e impastare velocemente a mano, poi avvolgerlo nella pellicola e porlo in frigorifero per almeno 30 minuti.
Preparare il ripieno mettendo in una ciotola la farina di mandorle, lo zucchero e la buccia grattugiata dell’arancia, aggiungere poco alla volta il succo dell’arancia poi il Cointreau sino a raggiungere un composto di consistenza pastosa ma morbido.
Dividere la frolla in due parti una maggiore dell’altra; con il mattarello stendere la maggiore in forma circolare e foderare una tortiera imburrata o rivestita di carta da forno. Versare il ripieno e livellarlo.
Stendere la seconda parte, ricoprire il ripieno e sigillare tutto attorno creando un bordo decorativo.
Con la pasta eccedente guarnire la torta.
Infornare a 180° e cuocere per circa 50 minuti.
Lasciare intiepidire la torta prima di sformarla perché potrebbe rompersi.

Love cookies

Quando mi reco all’Ipermercato per la spesa, se ho un po’ di tempo, mi piace percorrere le corsie dei casalinghi e, purtroppo, trovo spesso qualche oggetto per la cucina da portare a casa anche se, ormai, ne ho una quantità esorbitante.
L’ultimo acquisto è uno stampo in silicone con supporto in plastica per biscotti che ho voluto subito mettere all’opera.
Il risultato mi ha solo parzialmente soddisfatta perché, pur stampando bene la scritta, non taglia sino in fondo la pasta e, non avendo un coppa-pasta della giusta misura, ho dovuto arrangiarmi con un bicchiere.
Il risultato sono dei cookies non proprio perfetti, ma gustosi poiché ho utilizzato un impasto già collaudato.

love cookies foto

Ingredienti per 25/30 biscotti:
400 g di farina
160 g di zucchero semolato
80 g di burro
2 uova medie
4 g di lievito non vanigliato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Nella planetaria montare il burro morbido con lo zucchero utilizzando la frusta K, poi aggiungere le uova una alla volta, il sale e l’estratto di vaniglia.
Aggiungere la farina setacciata con il lievito e fare funzionare sino ad ottenere un impasto liscio, ben amalgamato, morbido ma abbastanza consistente da poter essere steso con il mattarello ad uno spessore di 4/5 mm.
Con l’apposito stampo ritagliare i biscotti e porli sulla placca da forno rivestita di carta.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15/20 minuti sino a quando il bordo comincia a colorirsi.
Se conservati in un barattolo restano fragranti anche una settimana, sempre che non spariscano prima.

Ciambellone dolce al formaggio cotto nel Fornetto Versilia

Avevo già preparato questa ciambella utilizzando il mascarpone ed era riuscita molto bene, ma questa volta, non avendolo a disposizione, ho voluto provare a realizzarla con il formaggio spalmabile, abbastanza simile anche se un po’ più sapido, infatti, contrariamente al solito, non ho aggiunto il pizzico di sale all’impasto.
Ho diminuito anche lo zucchero perché, pur non volendo rinunciare alla quotidiana fetta di dolce, stiamo cercando di abituarci ad usarne una quantità minore.

ciambellone dolce formaggio foto

Ingredienti:
200 g di farina 00
100 g di fecola
3 uova
180 g di zucchero (250 se la si desidera più dolce)
160 g di formaggio spalmabile
30 ml di acqua
90 ml di latte intero
65 g di olio di semi di mais (o 80 di burro)
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di caffè di estratto di vaniglia

Esecuzione:
Setacciare insieme farina fecola e lievito.
Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve ferma.
Nella planetaria (o in una capiente ciotola) con la frusta a filo montare i tuorli con lo zucchero e l’acqua sino a renderli chiari e spumosi, poi, sempre con la frusta in movimento, aggiungere il formaggio spalmabile e l’olio.
Montare la frusta K e versare le farine, il latte e l’estratto di vaniglia.
Quando il composto sarà ben amalgamato aggiungere 1/3 degli albumi e, con una spatola di silicone girare con una certa energia. Incorporare poi i restanti albumi e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto.
Imburrare abbondantemente la pentola fornetto o utilizzare uno staccante, versare l’impasto e porre sul fornello medio al massimo per 1 minuto, poi abbassare al minimo e proseguire la cottura per 60 minuti circa.

Plumcake banane e ricotta senza uova e grassi

Questo plumcake è nato dal desiderio di preparare un dolce gustoso anche senza l’uso di uova e grassi. La banana agisce da legante e permette di escludere le uova, mentre la ricotta, pur non essendo grassa dà la morbidezza necessaria, inoltre, essendo entrambi gli ingredienti di per sé dolci, permettono di utilizzare meno zucchero. Sino ad ora ne avevo messi 150 g, ma, avendo l’esigenza di ridurne la quantità, ho provato con soli 50 g ed il risultato è stato più che soddisfacente.

ricotta banane foto

Ingredienti:
250 g di farina 00
250 g di ricotta di mucca
50 g di zucchero semolato (150 g volendola più dolce)
2 banane peso netto 200 g circa
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
cannella in polvere a piacere
un po’ di curcuma (facoltativa)
latte o succo di limone se occorre
zucchero a velo per spolverare

Esecuzione:
In una ciotola montare con le fruste lo zucchero e la ricotta sino a rendere il tutto cremoso, poi mettere le banane dopo averle ridotte in purea con una forchetta e continuare a fare andare le fruste sino ad amalgamare il tutto.
Aggiungere l’estratto di vaniglia, il sale, la cannella e, da ultimo, la farina preventivamente setacciata con il lievito e la curcuma. Quest’ultima non è indispensabile, ma poiché non vi sono le uova, dà un po’ di colore.
Con una spatola di silicone mescolare bene sino ad ottenere un composto liscio e ben miscelato. Se dovesse risultare troppo sodo aggiungere un po’ di latte o, se si preferisce, succo di limone.
Imburrare ed infarinare uno stampo da plumcake, versarvi il composto ed infornare a 180° per circa 50/55 minuti.
Lasciare raffreddare il dolce prima di sformarlo.
Una volta raffreddato cospargerlo di zucchero a velo.