Patate pasticciate

patate pasticciate foto

Ingredienti per 4 persone:
1 Kg di patate
2 cipolle medie
4 uova
200 ml di acqua calda
1 cucchiaino da caffè di curcuma
4 cucchiai di olio evo
sale e pepe

Esecuzione:
Pelare le patate, tagliarle a rondelle non troppo spesse e metterle a bagno in acqua per una ventina di minuti.
Scolarle, asciugarle con un canovaccio poi porle in una padella con olio evo caldo e farle rosolare girandole spesso.
Sbucciare ed affettare le cipolle ad uno spessore di circa ½ cm poi aggiungerle alle patate, salare, pepare e cuocere a padella coperta per 8 minuti.
Sciogliere la curcuma in acqua calda, versare il liquido in padella e proseguire senza coperchio sino a quando le patate saranno cotte.
In una ciotola sbattere le uova poi aggiungerle al composto mescolando con un cucchiaio di legno o una paletta sino a quando non saranno rapprese.
Servire le patate pasticciate ben calde in accompagnamento a würstel o altra carne a piacere.

Annunci

Pasta, cipolle, curcuma e pangrattato

La curcuma, chiamata anche “zafferano delle Indie” quando la si acquista in polvere, sino a qualche anno fa era per me sconosciuta, ora, invece non manca mai tra le mie spezie in cucina e la uso spesso anche perché i cibi assumono un bel colore giallo dorato come nel caso di questa pasta.

pasta cipolle pangrattato foto

Ingredienti per 4 persone:
2 cipolle
1 spicchio di aglio
4 cucchiai di pane grattugiato
½ cucchiaino da caffè di curcuma
½ bicchiere di olio evo
150 ml di vino bianco secco
sale e pepe

Esecuzione:
Affettare finemente due cipolle e porle a soffriggere in una padella antiaderente insieme all’olio evo ed allo spicchio di aglio.
Salare, pepare, poi, quando le cipolle inizieranno a divenire trasparenti aggiungere il pane grattugiato e lasciarlo tostare.
Togliere lo spicchio di aglio, versare il vino e farlo evaporare.
Nel frattempo procedere alla cottura al dente della pasta prescelta, scolarla, versarla nella padella dove sta cuocendo la salsa.
In un bicchiere sciogliere la curcuma con due cucchiai di acqua di cottura e versarla sulla pasta, mantecare e servire.

Girandole di frittata con mousse al tonno

Questa preparazione, facile e veloce (ho impiegato una ventina di minuti), l’ho presentata come antipasto per la cena di San Silvestro. Comoda perché si può preparare in anticipo, si può conservare in frigorifero per 48 ore senza che si alteri, limitandosi a tagliare le girandole poco prima di servirle.
Se non è gradito, il tonno può essere sostituito con salmone o prosciutto cotto.

girandole frittata tonno foto

Ingredienti per 4 persone:
Per la frittata:
6 uova
1/3 di cucchiaino di curcuma (facoltativa)
un po’ di pepe
Per la mousse:
240 g di tonno all’olio
80 g di formaggio spalmabile o mascarpone
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
qualche stelo di erba cipollina
1 cucchiaio di succo di limone
sale e pepe
Olio di semi di arachide per la padella

Esecuzione:
In una ciotola sbattere le uova insieme al pepe e alla curcuma (facoltativa ma serve per dare un po’ di colore), versarle in una padella antiaderente unta con poco olio di arachide.
Distribuire il composto in modo uniforme e cuocerlo a fuoco medio finché la parte inferiore risulti dorata e quella superiore leggermente rassodata. Lo spessore della frittata dipende dal diametro della padella; io ne ho usata una di 38 cm.
Con l’ausilio di un coperchio delle stesse dimensioni capovolgere la frittata, farla scivolare nuovamente in padella e portarla a cottura.
Nel frattempo sgocciolare il tonno dall’olio e inserirlo nel mixer insieme a tutti gli altri ingredienti e far funzionare sino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo.
Se risultasse un po’ troppo duro aggiungere un altro poco di succo di limone.
Sistemare la frittata su un tagliere rivestito con carta assorbente per eliminare l’unto in eccedenza, tagliare due striscioline all’inizio ed alla fine per rendere il rotolo regolare.
Aspettare che si raffreddi, spalmare in modo regolare la mousse di tonno, poi arrotolarla strettamente, avvolgere il rotolo ottenuto con un foglio di carta stagnola e porre in frigorifero almeno un’ora prima di tagliarla a fette dello spessore di circa 1 cm.

Ciambella di soli albumi aromatizzata al Vermout e cotta in Pentola fornetto

Il Tiramisù si mangia volentieri, però, poi occorre trovare il modo di riutilizzare i tanti albumi che restano.
Questa volta ho optato per una ciambella da gustare a fine pasto quando resta un “buchino” da riempire con qualcosa di dolce ma non troppo calorico.

ciambella albumi vermout foto

Ingredienti:
6 albumi
300 g di farina 0
150 g di zucchero
1 bicchierino di Vermout bianco
85 g di olio di semi di mais
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di curcuma (facoltativa)

Esecuzione:
Con le fruste elettriche o nella planetaria montare gli albumi a neve ferma con il pizzico di sale.
Aggiungere agli albumi poco alla volta lo zucchero, la farina dopo averla setacciata con il lievito e la curcuma, l’olio di semi ed infine il Vermout. La curcuma non è indispensabile ma serve per dare un po’ di colore alla ciambella che altrimenti resterebbe bianca.
Miscelare accuratamente il tutto con una spatola di silicone.
Imburrare ed infarinare il fornetto Versilia o usare uno staccante poi versare il composto
e cuocere per 50/60 minuti su fornello medio tenuto al minimo.

Plumcake banane e ricotta senza uova e grassi

Questo plumcake è nato dal desiderio di preparare un dolce gustoso anche senza l’uso di uova e grassi. La banana agisce da legante e permette di escludere le uova, mentre la ricotta, pur non essendo grassa dà la morbidezza necessaria, inoltre, essendo entrambi gli ingredienti di per sé dolci, permettono di utilizzare meno zucchero. Sino ad ora ne avevo messi 150 g, ma, avendo l’esigenza di ridurne la quantità, ho provato con soli 50 g ed il risultato è stato più che soddisfacente.

ricotta banane foto

Ingredienti:
250 g di farina 00
250 g di ricotta di mucca
50 g di zucchero semolato (150 g volendola più dolce)
2 banane peso netto 200 g circa
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
cannella in polvere a piacere
un po’ di curcuma (facoltativa)
latte o succo di limone se occorre
zucchero a velo per spolverare

Esecuzione:
In una ciotola montare con le fruste lo zucchero e la ricotta sino a rendere il tutto cremoso, poi mettere le banane dopo averle ridotte in purea con una forchetta e continuare a fare andare le fruste sino ad amalgamare il tutto.
Aggiungere l’estratto di vaniglia, il sale, la cannella e, da ultimo, la farina preventivamente setacciata con il lievito e la curcuma. Quest’ultima non è indispensabile, ma poiché non vi sono le uova, dà un po’ di colore.
Con una spatola di silicone mescolare bene sino ad ottenere un composto liscio e ben miscelato. Se dovesse risultare troppo sodo aggiungere un po’ di latte o, se si preferisce, succo di limone.
Imburrare ed infarinare uno stampo da plumcake, versarvi il composto ed infornare a 180° per circa 50/55 minuti.
Lasciare raffreddare il dolce prima di sformarlo.
Una volta raffreddato cospargerlo di zucchero a velo.

Crostata di cipolle con lievito istantaneo

L’aqua ‘d febrèr, rimpéss la canténna e al granèr
L’acqua di febbraio, riempie la cantina e il granaio

Così affermavano un tempo i contadini ritenendo che la pioggia di questo mese favorisse l’agricoltura, ma io che non ho campi di grano e solo qualche pianta di vite in giardino, di pioggia questa mattina ne avrei fatto volentieri a meno.
Niente solita passeggiata nel bosco, troppa pioggia e fango, inoltre i nostri cani hanno fatto chiaramente capire che loro, dopo il biscotto del buongiorno, preferivano riprendere il sonnellino interrotto standosene comodamente in poltrona.
Che fare in una giornata così uggiosa? Perché non una bella crostata di cipolla? Accendendo il forno si riscalda la cucina e si rimedia anche una parte del pranzo.
Non volendo aspettare li lungo tempo richiesto dal lievito di birra ho optato per quello istantaneo liofilizzato che tengo sempre in casa perché lo utilizzo per le torte al posto di quello con la vanillina, ingrediente chimico di cui preferisco evitare l’uso.

crostatacipolla foto

Ingredienti per una tortiera da 26/28 cm:
Per la pasta:
300 g di farina 0
2 cucchiai di olio evo
150 ml di latte
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 bustina di lievito istantaneo liofilizzato
Per il ripieno:
2 cipolle dorate (circa 400 g)
3 cucchiai di olio evo
sale e pepe
1 uovo
3 cucchiai di latte o panna
un po’ di curcuma (facoltativa)

Esecuzione:
Affettare sottilmente le cipolle e rosolarle, evitando di colorirle troppo, in una padella antiaderente con 3 cucchiai di olio evo; salare pepare e lasciarle raffreddare.
Nel frattempo in una ciotola setacciare la farina con il lievito, versare 2 cucchiai di olio evo, 1 cucchiaino di zucchero, 1 cucchiaino di sale e cominciare ad impastare aggiungendo il latte poco per volta.
Versare la pasta sulla spianatoia e continuare a lavorarla sino a renderla morbida ed elastica.
Mentre la pasta riposa coperta da un canovaccio, in una ciotola sbattere l’uovo con 3 cucchiai di latte e, se piace, un po’ di curcuma che aiuta a dare un po’ di colore.
Versare le cipolle ormai raffreddate, mescolare bene il tutto.
Con il mattarello stendere la pasta e rivestire una teglia da forno precedentemente unta con olio, versarvi il ripieno stendendolo in modo uniforme ed infornare a 180° per circa 40 minuti.
La crostata di cipolle può essere gustata sia tiepida sia fredda.

Bocconcini di pollo con pancetta

pollo pancetta foto

Il pollo si presta benissimo ad essere cucinato, come suol dirsi, in quattro e quattr’otto, se poi si tratta di bocconcini, il tempo di preparazione è ancora inferiore.
Essendo una carne bianca lo uso spesso, quindi, per non proporre sempre le stesse ricette, ogni tanto devo inventarmi qualcosa di nuovo.
Questa volta ho aggiunto un po’ di pancetta affumicata per dare un po’ di sapore perché, di per sé, il petto di pollo non è molto saporito.

Ingredienti per 4 persone:
400 g di petto di pollo
100 g di pancetta affumicata a cubetti
1 cipolla
1 cucchiaino da caffè di curcuma
½ bicchiere di vino bianco secco
100 ml di panna da cucina
6 cucchiai di olio evo
1 foglia di alloro
sale e pepe

Esecuzione:
Mondare la cipolla, tritarla e porla a rosolare in una casseruola con l’olio, la pancetta e la foglia di alloro. Tagliare a dadi abbastanza grandi il petto di pollo e unirlo al resto facendolo dorare.
Regolare di sale, pepare, alzare la fiamma, bagnare con il vino bianco e lasciare evaporare.
Togliere la foglia di alloro, unire la curcuma alla panna, miscelare, versare sulla carne e cuocere per altri 4 minuti.
Servire i bocconcini di pollo ben caldi insieme alla pancetta ed alla salsina.