Hamburger in salsa di cipolle

Un modo facile per rendere diverso e gustoso, in una ventina di minuti, il solito hamburger di manzo.

Ingredienti per 4 persone:
4 hamburger
300 g di cipolle rosse
1 cucchiaio di capperi sotto sale
una ventina di olive nere denocciolate
80 g di burro
sale e pepe
250 ml di acqua (circa)

Esecuzione:
Lavare le cipolle, tritarle finemente poi porle in una padella insieme al burro e all’acqua. Quando inizia l’ebollizione abbassare e cuocere fino all’evaporazione dell’acqua.
Le cipolle devono trasformarsi in un composto cremoso.
Aggiungere gli hamburger, salarli, peparli e cuocerli per 5 minuti per parte poi unire le olive tritate grossolanamente, i capperi dissalati e tritati e lasciare insaporire qualche minuto.
Servire la carne ben calda accompagnata dalla salsa di cipolle.

Focaccia di cipolle rosse con impasto al latte

Ingredienti per una teglia di 24-26 cm:
Per la pasta:
300 g di farina 0
150 ml di latte
5 g di lievito di birra liofilizzato
1 cucchiaio di sale
1 cucchiaino di zucchero
Per il ripieno:
300 g di cipolle rosse
3 cucchiai di olio evo
80 g di formaggio spalmabile
1 uovo
1 cucchiaio di aceto di vino
1 cucchiaino di zucchero
sale grosso
pepe di mulinello

Esecuzione:
Intiepidire il latte. Setacciare la farina e versarla nella planetaria insieme al lievito e allo zucchero.
Inserire la frusta a gancio e iniziare ad impastare aggiungendo il latte e, da ultimo, il sale.
Estrarre l’impasto, porlo sulla spianatoia e lavorarlo con le mani sino ad ottenere un composto morbido e ben amalgamato che dovrà riposare coperto per almeno 1 ora.
Nel frattempo mondare le cipolle, affettarle finemente e farle appassire nell’olio evo aggiungendo 1 cucchiaino di sale grosso, 1 di zucchero, 1 cucchiaio di aceto di vino e pepe nero di mulinello.
Lasciare raffreddare.
Sbattere l’uovo con il formaggio spalmabile, aggiungere le cipolle e miscelare il tutto.
Stendere la pasta nella teglia rivestita di carta forno, versare il ripieno e lasciare lievitare per altre 30 minuti prima di infornare a 180° per 30/40 minuti.
Si può gustare sia tiepida sia fredda.
Volendo la pasta più sottile utilizzare una teglia di 28-30 cm.

Pasta alla crema di cipolla olive e rosmarino

Questa non è una mia creazione, ma è stata tratta dalla rivista “Sale e pepe” seppure con qualche piccola modifica. La ricetta originale prevede l’utilizzo della cipolla bianca che, non avendola in casa, ho sostituito con la rossa, inoltre gli spaghettoni previsti come pasta non piacciono a tutti.
Ho trovato eccessiva la quantità di acqua, infatti prima di aggiungere il vino, ho dovuto toglierne una parte altrimenti il sugo sarebbe risultato troppo brodoso e non ho aggiunto i due cucchiai di acqua di cottura previsti alla fine.

pasta crema cipolle olive rosmarino foto

Ingredienti per 4 persone:
350 g di spaghettoni [io pipe rigate]
6 cipolle bianche [io rosse]
100 g di olive nere denocciolate
6 rametti di rosmarino con i fiori
1 dl di vino bianco secco
olio evo
sale e pepe

Esecuzione:
Sbucciare le cipolle, affettarle e metterle in una padella con 4 rametti di rosmarino legati insieme, coprire con acqua fredda [mi sembra eccessiva], chiudere la padella con il coperchio e fare stufare le cipolle per 40 minuti.
Aggiungere due cucchiai di olio, il vino e proseguire la cottura per altri 20 minuti fino a quando il liquido è quasi completamente assorbito.
Unire le olive tritate, mescolare, fare insaporire per 3-4 minuti, togliere dal fuoco ed eliminare il mazzetto di rosmarino.
Lessare la pasta al dente, scolarla e ripassarla in padella con il sugo preparato, due cucchiai di acqua di cottura della pasta [non li ho messi] e due cucchiai di olio.
Completare con ciuffetti di rosmarino rimasto e fiori [non messi perché non di stagione], pepe olio crudo e servire.

Coniglio arrosto con olive nere

Il gelido vento siberiano è arrivato in Italia portando freddo e neve, ma a Bologna non soffia il Buran, da noi ”ai tîra la bunbaṡôla”, così i Petroniani chiamano il vento freddo che spazza la città e il contado.
Nevica dalla notte scorsa e continua ad accumularsi, meglio restare in casa. E allora perché non dedicarsi alla preparazione del coniglio arrosto che richiede tempo per la cottura? L’ideale sarebbe un bel coniglio “ruspante” come se ne trovavano un tempo in campagna, ma in sua mancanza bisogna accontentarsi di quelli che si acquistano in macelleria, più teneri, più veloci da cuocere, privi del caratteristico odorino di selvatico, ma anche meno saporiti. Le olive nere aiutano a dar sapore alla preparazione, ma, essendo piuttosto sapide, occorre dosare bene la quantità di sale che si usa.

coniglio arrosto olive foto

Ingredienti per 4 persone:
1 coniglio di circa 1,200 g
5 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di burro
1 cipolla bianca o dorata finemente tritata
1 spicchio di aglio
1 foglia di alloro
60 g di olive nere snocciolate
½ bicchiere di vino bianco secco
1 rametto di rosmarino
1 pizzico di foglioline di timo
Sale e pepe nero di mulinello

Esecuzione:
Tagliare a pezzi il coniglio, lavarlo in acqua acidulata con un po’ di aceto, asciugarlo e metterlo per pochi minuti in padella a fuoco vivo per eliminare parte dell’acqua contenuta nella carne.
In un tegame a fondo pesante mettere l’olio, il burro e lo spicchio di aglio pelato e, quando comincia a soffriggere, unire il coniglio, il rosmarino dopo averlo tritato finemente, le foglioline di timo, la foglia di alloro e rosolare per circa 40 minuti rigirandolo da tutte le parti.
Quando il coniglio avrà assunto un colore dorato bagnare con il vino bianco secco, aggiungere la cipolla tritata, salare, pepare ed alzare il calore per far evaporare il vino.
Riabbassare il fuoco, incoperchiare e continuare la cottura per 30 minuti.
Se il sugo dovesse restringersi troppo aggiungere un po’ di brodo.
Togliere lo spicchio di aglio e la foglia di alloro ed aggiungere le olive proseguendo la cottura per altri 20 minuti.
Servire il coniglio ben caldo accompagnato dalle olive e dal suo sugo.
Nel caso che il coniglio fosse di peso inferiore ridurre di 10/15 minuti il tempo di cottura.

Lombo di maiale al sugo di cipolle

lombo cipolle foto

Questa è una pietanza facile da preparare anche se richiede tempo per la cottura. Ha però il vantaggio di poter essere cucinata con un giorno di anticipo, quindi è pratica quando si hanno ospiti. Inoltre, lasciando la carne nel sugo si insaporisce ulteriormente.

Ingredienti per 4 persone:
800 g. di lombo di maiale
2 spicchi di aglio
5-6 foglie di salvia
2 grosse cipolle dorate
1 dl di aceto di mele
½ cucchiaio di zucchero
5 cucchiai di olio evo
sale e pepe

Esecuzione:
Con la punta di un coltello affilato, in alcuni punti del lombo, fare delle incisioni profonde 2-3 cm ed inserire le foglie di salvia, poi legare il pezzo con lo spago da cucina per fare sì che, cuocendo, resti in forma.
Strofinare la carne con un pizzico di sale, scaldare in una pentola i 5 cucchiai di olio con gli spicchi di aglio e rosolarla da tutte le parti sino a doratura.
Nel frattempo lavare, spellare ed affettare finemente le cipolle.
Togliere il lombo dal tegame appoggiandolo su un piatto, versare le cipolle, stufarle a fiamma bassa per una decina di minuti.
Togliere gli spicchi di aglio, salare, pepare e rimettere la carne nel tegame insieme alle cipolle.
Coprire e proseguire la cottura per 20 minuti.
Sfumare con l’aceto, lasciare evaporare parzialmente, aggiungere lo zucchero, mescolare poi coprire nuovamente e continuare a cuocere per altri 40 minuti.
Lasciare raffreddare il lombo, tagliarlo a fette sottili dopo aver tolto lo spago.
Servirlo con il sugo di cipolle ed il suo fondo di cottura.

Crostata di cipolle con lievito istantaneo

L’aqua ‘d febrèr, rimpéss la canténna e al granèr
L’acqua di febbraio, riempie la cantina e il granaio

Così affermavano un tempo i contadini ritenendo che la pioggia di questo mese favorisse l’agricoltura, ma io che non ho campi di grano e solo qualche pianta di vite in giardino, di pioggia questa mattina ne avrei fatto volentieri a meno.
Niente solita passeggiata nel bosco, troppa pioggia e fango, inoltre i nostri cani hanno fatto chiaramente capire che loro, dopo il biscotto del buongiorno, preferivano riprendere il sonnellino interrotto standosene comodamente in poltrona.
Che fare in una giornata così uggiosa? Perché non una bella crostata di cipolla? Accendendo il forno si riscalda la cucina e si rimedia anche una parte del pranzo.
Non volendo aspettare li lungo tempo richiesto dal lievito di birra ho optato per quello istantaneo liofilizzato che tengo sempre in casa perché lo utilizzo per le torte al posto di quello con la vanillina, ingrediente chimico di cui preferisco evitare l’uso.

crostatacipolla foto

Ingredienti per una tortiera da 26/28 cm:
Per la pasta:
300 g di farina 0
2 cucchiai di olio evo
150 ml di latte
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 bustina di lievito istantaneo liofilizzato
Per il ripieno:
2 cipolle dorate (circa 400 g)
3 cucchiai di olio evo
sale e pepe
1 uovo
3 cucchiai di latte o panna
un po’ di curcuma (facoltativa)

Esecuzione:
Affettare sottilmente le cipolle e rosolarle, evitando di colorirle troppo, in una padella antiaderente con 3 cucchiai di olio evo; salare pepare e lasciarle raffreddare.
Nel frattempo in una ciotola setacciare la farina con il lievito, versare 2 cucchiai di olio evo, 1 cucchiaino di zucchero, 1 cucchiaino di sale e cominciare ad impastare aggiungendo il latte poco per volta.
Versare la pasta sulla spianatoia e continuare a lavorarla sino a renderla morbida ed elastica.
Mentre la pasta riposa coperta da un canovaccio, in una ciotola sbattere l’uovo con 3 cucchiai di latte e, se piace, un po’ di curcuma che aiuta a dare un po’ di colore.
Versare le cipolle ormai raffreddate, mescolare bene il tutto.
Con il mattarello stendere la pasta e rivestire una teglia da forno precedentemente unta con olio, versarvi il ripieno stendendolo in modo uniforme ed infornare a 180° per circa 40 minuti.
La crostata di cipolle può essere gustata sia tiepida sia fredda.