Insalata di cavolo cappuccio, mele e semi di cumino

Le proprietà che da sempre sono state riconosciute al cavolo, i Romani lo consideravano un alimento medicamentoso, vengono ridotte dalla cottura, soprattutto se prolungata, quindi perché non gustarlo crudo in una bella insalata?
Questa da me preparata è molto semplice e tuttavia gustosa.

insalata cavolo mela cumino foto

Ingredienti per 4 persone:
200 g di cavolo cappuccio
1 cipolla di Tropea
2 mele possibilmente renette
1 cucchiaio di semi di cumino
olio evo
aceto di mele
sale

Esecuzione:
Lavare le foglie del cavolo, scolarle ed affettarle ricavandone delle striscioline.
Sbucciare, dividere in due parti ed affettare sottilmente la cipolla.
Sbucciare le mele, togliere il torsolo e tagliarle a dadini.
Porre tutti gli ingredienti in una insalatiera, aggiungere un cucchiaio di semi di cumino, condire con olio, aceto di mele ed un pizzico di sale, mescolare bene e servire.

Insalata di cavolo viola

Insalata cavolo rosso foto

Ingredienti per 4 persone:
400 g di cavolo viola
60 ml di aceto di mele
40 g di gherigli di noci
35 ml di aceto di vino rosso
olio evo
½ mela
sale e pepe
1/2 cucchiaio di semi di sesamo

Esecuzione:
Affettare finemente il cavolo e porlo in una insalatiera.
Scaldare l’aceto di mele e versarlo sul cavolo, lasciare raffreddare.
Tritare grossolanamente i gherigli di noce.
Poco prima di portare in tavola scolare il cavolo dall’aceto di mele, rimetterlo nell’insalatiera, aggiungere i gherigli tritati e il cucchiaio di semi di sesamo.
Sbucciare la mela e grattugiarne la metà facendo ricadere la polpa sul cavolo.
Salare, pepare, condire con l’olio evo, l’aceto di vino rosso, mescolare e servire.

Vitello tonnato con marinatura

Questo modo di preparare il vitello tonnato è diverso dal solito perché prevede la marinatura della carne e la successiva cottura con il liquido usato per marinare.
Inoltre la maionese è sostituita dai tuorli di uova sode.
Ho utilizzato il girello che è un muscolo privo di grasso; a cottura ultimata risulta asciutto, quindi particolarmente adatto per essere accompagnato da una salsa come la tonnata.
Tra parentesi ho aggiunto la quantità necessaria per 6 persone.

vitello tonnato con marinatura foto

Ingredienti per 4 persone:
500 g di girello (magatello) di vitello [800 g]
Per marinare:
200 ml di vino bianco secco [300 ml]
1 costa di sedano
1 foglia di alloro
3 foglie di salvia
3 chiodi di garofano
Per cuocere:
1 foglia di alloro
4 acciughe sottolio [6]
sale
Per la salsa tonnata:
150 g di tonno sottolio [250 g]
2 acciughe sottolio [3]
2 uova sode (solo i tuorli) [3]
1 tazzina da caffè di olio evo [½ bicchiere]
2 cucchiaini di aceto di mele [1 cucchiaio]
1 cucchiaio di capperi sottaceto più quelli per guarnire
1 cucchiaio di succo di limone [2]
brodo di cottura se occorre

Esecuzione:
Porre il girello di vitello in una ciotola con il vino bianco, l’alloro, la salvia,
i chiodi di garofano, il sedano tagliato a pezzetti, coprire e marinare la carne in frigorifero per circa 24 ore avendo cura di girarla di tanto in tanto.
Trascorso il tempo di marinatura mettere il vitello in una casseruola, versarvi sopra la marinata passata attraverso un colino per trattenere le parti solide della marinata, aggiungere una foglia di alloro e tanta acqua da coprire abbondantemente la carne.
Portare a bollore, salare e proseguire la cottura a fuoco moderato per 60 minuti.
Unire le acciughe e cuocere per altri 30 minuti, spegnere il fuoco, sgocciolare la carne, avvolgerla in carta stagnola e lasciarla raffreddare a temperatura ambiente prima di affettarla sottilmente e disporla sul piatto di portata.
Preparare la salsa mettendo nel bicchiere del frullatore il tonno sgocciolato dall’olio, i tuorli delle uova rassodate, i capperi, il succo di limone, l’aceto di mele, le acciughe e l’olio evo.
Se la salsa risulta troppo densa allungarla con un po’ di brodo di cottura della carne.
Versare la salsa tonnata sulle fette di vitello e guarnire con qualche cappero.

Maionese di zucca

La zucca si presta a vari usi e questa maionese, adatta anche ai vegani, ne è un ottimo esempio e, per me, non ha nulla da invidiare a quella classica preparata con le uova.
È di facile esecuzione, l’unico accorgimento è quello di versare l’olio a filo, soprattutto all’inizio, altrimenti si “straccia” come la classica. In questo caso l’unico rimedio consiste nel cuocere un altro po’ di zucca e ripartire da capo versando poco alla volta quella “stracciata” nel contenitore dove sta montando la nuova.

maionese zucca foto

Ingredienti:
120 g di zucca già cotta
120 ml di olio di semi di arachide
20 ml di olio evo
1 cucchiaino di succo di limone
1 cucchiaino di aceto di mele
un pizzico di sale

Esecuzione:
Cuocere la zucca a pezzi nel microonde a 720 W per 10 minuti per renderla morbida; lasciarla raffreddare.
Schiacciarla con i rebbi di una forchetta poi metterla nel bicchiere del minipimer e iniziare a frullare aggiungendo a filo circa la metà dell’olio di semi di arachide.
Versare il cucchiaino di aceto di mele, terminare l’olio di semi, aggiungere il cucchiaino di succo di limone, il sale e, sempre a filo, l’olio evo continuando sino a quando la maionese di zucca apparirà omogenea e ben montata.
A seconda della consistenza della zucca potrebbe occorrere più o meno olio.

Pesto di melanzane e olive nere

pesto melanzane olive nere foto

Un pesto facile da preparare e con ingredienti che spesso sono presenti in dispensa.
A mio parere si abbina bene alla pasta integrale.

Ingredienti per 4 persone:
1 melanzana di circa 350 g
60 g di olive nere
1 cucchiaino di capperi
20 g di mandorle pelate
6 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di olio di semi di arachede (o 2 di evo)
½ cucchiaino di olio all’aglio (in alternativa 1 spicchio tritato)
mollica di pane quanto un piccolo uovo
1 cucchiaino di aceto di mele
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
sale e pepe

Esecuzione:
Lavare, spuntare, tagliare a cubetti la melanzana e farla saltare in padella con 4 cucchiai di olio evo sino a renderla tenera.
Lasciarla intiepidire poi metterla nel mixer insieme a tutti gli altri ingredienti ed alla mollica di pane preventivamente inumidita con l’aceto di mele.
Frullare sino a rendere il tutto cremoso.
Cuocere la pasta preferita e condirla con il pesto eventualmente aggiungendo un cucchiaio di acqua di cottura se dovesse risultare troppo denso.

Lombo di maiale al sugo di cipolle

lombo cipolle foto

Questa è una pietanza facile da preparare anche se richiede tempo per la cottura. Ha però il vantaggio di poter essere cucinata con un giorno di anticipo, quindi è pratica quando si hanno ospiti. Inoltre, lasciando la carne nel sugo si insaporisce ulteriormente.

Ingredienti per 4 persone:
800 g. di lombo di maiale
2 spicchi di aglio
5-6 foglie di salvia
2 grosse cipolle dorate
1 dl di aceto di mele
½ cucchiaio di zucchero
5 cucchiai di olio evo
sale e pepe

Esecuzione:
Con la punta di un coltello affilato, in alcuni punti del lombo, fare delle incisioni profonde 2-3 cm ed inserire le foglie di salvia, poi legare il pezzo con lo spago da cucina per fare sì che, cuocendo, resti in forma.
Strofinare la carne con un pizzico di sale, scaldare in una pentola i 5 cucchiai di olio con gli spicchi di aglio e rosolarla da tutte le parti sino a doratura.
Nel frattempo lavare, spellare ed affettare finemente le cipolle.
Togliere il lombo dal tegame appoggiandolo su un piatto, versare le cipolle, stufarle a fiamma bassa per una decina di minuti.
Togliere gli spicchi di aglio, salare, pepare e rimettere la carne nel tegame insieme alle cipolle.
Coprire e proseguire la cottura per 20 minuti.
Sfumare con l’aceto, lasciare evaporare parzialmente, aggiungere lo zucchero, mescolare poi coprire nuovamente e continuare a cuocere per altri 40 minuti.
Lasciare raffreddare il lombo, tagliarlo a fette sottili dopo aver tolto lo spago.
Servirlo con il sugo di cipolle ed il suo fondo di cottura.