Crescente al forno con strutto

Solitamente lo strutto lo uso solo per friggere certi cibi come i dolci di carnevale, o le crescentine ma questa volta ho voluto provare una vecchia ricetta che prevede l’utilizzo di questo ingrediente all’interno della pasta e devo dire che mi è piaciuto. Sarà perché la quantità di strutto è limitata e non è stato aggiunto altro grasso, comunque la crescente non è risultata unta.

crescente strutto foto

Ingredienti:
500 g di farina 0
100 ml di latte
100/150 ml di acqua (dipende dalla farina)
1 bustina di lievito liofilizzato o 25 g di lievito di birra fresco
70 g di strutto freschissimo
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
un po’ di olio evo, acqua e rosmarino tritato per spennellare
olio evo per la teglia

Esecuzione:
Se si usa il lievito di birra fresco metterlo in una tazza insieme allo zucchero e scioglierlo con un po’ di acqua o latte intiepiditi, poi unire un po’ di farina per ottenere una pastella morbida che va lasciata riposare per una decina di minuti prima di aggiungerla al resto degli ingredienti.
Se si usa il lievito liofilizzato attenersi alle istruzioni perché alcuni tipi vanno sciolti nell’acqua, altri versati direttamente nella farina. Io ho utilizzato quest’ultimo.
Setacciare la farina e versarla nell’impastatrice o sulla spianatoia (tagliere per i Bolognesi), fare un buco al centro, versare il lievito o la pastella, lo strutto, il latte tiepido, una parte dell’acqua ed iniziare ad impastare, aggiungendo la restante acqua a seconda della necessità. Quando l’impasto comincia a legare aggiungere il cucchiaino di sale e continuare a lavorarlo sino a quando risulterà liscio e ben incordato.
Sistemarlo in una ciotola infarinata, inciderlo con un taglio a croce, coprirlo con un canovaccio e porlo a lievitare per circa 2 ore in un luogo riparato.
Quando l’impasto sarà ben cresciuto stenderlo con il mattarello, sistemarlo in una teglia da forno unta di olio evo e lasciarlo nuovamente lievitare per almeno 30 minuti.
Poco prima di infornare miscelare in un bicchiere un po’ di acqua con olio evo, sale e rosmarino tritato e, con l’aiuto di un pennello, spennellare la superficie della crescente.
Infornare a forno preriscaldato a 250° per 5 minuti poi abbassare a 200° e proseguire la cottura per altri 20/25 minuti o sino a quando la superficie non risulterà dorata.

7 pensieri riguardo “Crescente al forno con strutto

  1. Va ne questa piace da morire, la facevo quando vivevo a Rimini ed ho sperimentato la ricett non molto tempo fa qui! Dopo oltre 10 anni ma forse anche più che non la facevo! Dire buona è riduttivo, una favola, un sogno, non saprei nemmeno come poterla definire, e poi in una trattoria che frequento, di tanto in tanto te L presentano, ma l’utilizzo dello strutto, ha fatto si. He mi sentissi un po’ colpevole bei confronti del mio fisico, anche se poi nella piadina ce lo metto sempre! Boh non so cosa mi sia preso, fatto sta che mi aveva preso male, però la tua variante col latte la renderebbe ancora più morbida, perché non provarci?

    Piace a 1 persona

    1. La quantità di strutto è molto limitata e penso che ogni tanto uno strappo alla regola si possa fare. Solitamente la preparo con l’olio evo, ma qualche volta, tanto per non farmi mancare niente, mi ci finisce dentro anche un po’ di pancetta o di grasso di prosciutto.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...