Ciambella all’acqua aromatizzata al Maraschino

ciambellone all'acqua e maraschino foto

Ingredienti:
250 g di farina 0
180 g di zucchero semolato
3 uova medie
130 g di olio di semi di Mais
120 g di acqua
1 bustina di lievito
1 bicchierino di liquore Maraschino
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Versare nella planetaria o in un robot da cucina lo zucchero e le uova intere dopo averle rotte in un piattino per controllarne la freschezza. Montare la frusta a filo e far funzionare sino a rendere il composto chiaro e spumoso.
Aggiungere l’olio di semi di Mais, l’acqua, il pizzico di sale, il liquore Maraschino e infine la farina setacciata con il lievito. Spruzzare lo staccante sino all’orlo della pentola fornetto o imburrarla poi versare il composto, chiudere con il coperchio e porre su fornello medio a fiamma bassa. Per la cottura occorreranno circa 50/60 minuti.
Terminata la cottura aspettare che lo stampo si intiepidisca prima di sformare la ciambella.

Annunci

Crescente con la pancetta – Carsänt a la panzatta

crescente pancetta foto

Ingredienti:
400 g di farina 0
50 g di pancetta stesa
1 bustina di lievito di birra
70 g di olio evo
200/250 ml tra latte e acqua
1 cucchiaino di sale

Esecuzione:
Mettere la farina, il lievito, l’olio e il sale e una parte di latte e acqua nella planetaria, gancio impastatore, fare funzionare e aggiungere poco alla volta il latte e l’acqua tenuti da parte sino ad ottenere un composto liscio e ben amalgamato.
Formare una palla e lasciare riposare almeno 2 ore (anche nella planetaria)
Trascorso il tempo rimettere in funzione ed aggiungere la pancetta dopo averla tagliata a dadini.
Estrarre la pasta dalla planetaria, porla su una spianatoia e impastare per alcuni minuti con le mani sino a quando la pancetta non risulterà ben distribuita.
Con il mattarello stendere la pasta in un rettangolo dello spessore di circa 2 mm.
Ungere con olio evo una teglia da forno e distendervi sopra la pasta aiutandosi con il mattarello.
Con la punta di un coltello affilato o con un cutter incidere la superficie formando delle losanghe.
Lasciare lievitare per almeno un’altra ora o sino al raddoppio se la si vuole alta.
Infornare a 250° per 5 minuti, poi abbassare a 190°/200° e lasciare cuocere per 30 minuti.

Mini tortine salate per la festa della Madonna dei Boschi

Madonna boschi foto

Nel territorio della nostra parrocchia sorge una minuscola chiesetta, dedicata alla Madonna dei Boschi, costruita a metà del ‘500 per ringraziare la Beata Vergine della guarigione miracolosa di una giovane del luogo.
I locali, sono devoti ed affezionati a questa Vergine dipinta nell’atto di allattare il Bambino Gesù e ogni anno organizzano in suo onore due feste in due parrocchie diverse.
Ma, da noi, come suol dirsi, “Tutti i salmi finiscono in gloria” e, dopo le celebrazioni religiose si festeggia tutti insieme con le leccornie cucinate dalle signore.
Per l’occasione, quest’anno ho preparato delle mini tortine salate che hanno avuto un certo successo anche grazie allo stampo che ci ha fatto conoscere Giovanna tramite il suo blog https://sardefinocchietto.wordpress.com/ .
Dalle rimanenze ho ricavato una tortina di 18 cm che abbiamo mangiato noi.

Ingredienti per 18 tortine:
2 rotoli di pasta brisèe rotonda
500 g di ricotta vaccina
80 g di formaggio spalmabile
3 uova
40 olive verdi
200 g di funghi sottolio
2 cubetti di spinaci surgelati
50 g di Parmigiano Reggiano
sale, pepe, noce moscata
erba cipollina per guarnire.

Esecuzione:
Mettere gli spinaci ancora surgelati in una casseruola con pochissima acqua, cuocerli, scolarli e strizzarli dal liquido in eccesso, farli raffreddare poi tritarli grossolanamente.
In una terrina, con l’ausilio di una forchetta mescolare la ricotta con il formaggio spalmabile sino ad amalgamare bene il tutto.
In un’altra terrina sbattere le uova con una frusta poi aggiungerle al composto di ricotta e formaggio. Salare, pepare, grattugiare un po’ di noce moscata.
Scolare i funghi dall’olio, le olive dal liquido di conservazione e tagliarle a rondelle tenendone da parte alcune divise a metà per guarnire. Fare altrettanto con i funghi.
Tenere da parte alcune cucchiaiate del composto da mescolare agli spinaci, nel restante
unire le verdure ed incorporare il tutto.
Prelevare la pasta brisèe dal frigorifero 5 minuti prima dell’utilizzo, srotolarla sulla spianatoia e ricavare 18 tortine da inserire nell’apposito stampo. Farcire con il composto preparato e guarnire con i funghetti, le olive tenute da parte e l’erba cipollina.
Riimpastare tutti i ritagli, rivestire una tortiera e versare il composto rimasto.
Porre in forno preriscaldato a 200° per 30/35 minuti.

Blogger Recognition Award

blogger-recognitionaward foto - Copia

Quando Giovanna di https://sardefinocchietto.wordpress.com/ mi ha comunicato che c’era una sorpresa per me, ho impiegato un po’ per capire di cosa si trattasse, poi sono rimasta piacevolmente sorpresa nello scoprire che si tratta del premio Blogger Recognition Award.

A Giovanna il mio più sincero ringraziamento per la nomina, a tutti il consiglio di seguire il suo blog con tante belle, e buone, ricette di cucina che a me piacciono anche perché diverse dalle mie tradizioni culinarie.

Il Blogger Recognition Award è un riconoscimento tra blogger di piccole e medie dimensioni per premiare quelli che si impegnano maggiormente nel dedicare tempo e cure al proprio blog e che meritano pertanto di essere seguiti.

Le regole sono poche e semplici:

Ringraziare il blog che vi ha nominato
Scrivere un post per mostrare il riconoscimento
Raccontare in breve la nascita del proprio blog
Dare alcuni consigli
Nominare 15 blogger a cui dare il riconoscimento.

COME È NATO “IL CAMPANELLO DELLA CUCINA”

Quando iniziai ad occuparmi seriamente di cucina aprii un sito con l’unico scopo di conservare le mie ricette, poi, nel febbraio del 2017 ho deciso di passare al blog per potermi confrontare con altre/i amanti della cucina e non solo. Confesso che ho avuto alcune esitazioni: temevo di non essere all’altezza, di non avere nulla da raccontare, di non avere il tempo necessario per seguirlo. Ora, invece, sono contenta di averlo aperto.
Il nome scelto può sembrare strano, ma si riferisce al fatto che per avvertire che il pranzo è pronto, suono un campanello, proprio come prima di me faceva mia madre.

QUALI CONSIGLI DARE AI NUOVI BLOGGER?

Quelli che chi apre un blog dovrebbe sapere: Essere sinceri, aperti con tutti ed accettare eventuali critiche se costruttive. Usare un linguaggio adeguato e soprattutto cercare di evitare errori di grammatica e ortografia. Anche se non si è fotografi provetti, curare le illustrazioni così da rendere il proprio blog piacevole.

LE MIE NOMINE

Non è stato facile scegliere ed inevitabilmente qualcuno è stato lasciato indietro.
L’ordine di nomina è casuale.

https://mandorlabeauty.com/

https://ifeelbetta.com/

https://pupazzovi.wordpress.com/

https://bagatelle.blog/

https://josephpastore.wordpress.com/

https://pikaciccio.blog/

https://fiorievecchiepezze.wordpress.com/

https://ariadibosco.wordpress.com/

https://lellaj1005.wordpress.com/

https://lacucinachimica.wordpress.com/

https://ormesvelate.com/

https://banannakitchen.com/

https://lostroute.it/

https://opinioniweb.blog/

https://ledrittedisimo.wordpress.com/

 

Trippa con i fagioli

Pellegrino Artusi considerava la trippa un piatto ordinario e “poco confacente agli stomachi deboli e delicati”. A me piace cucinarla e gustarla di tanto in tanto e, poiché non ho uno stomaco debole, a volte, come in questa ricetta, vi aggiungo anche i fagioli.
Quando la porto in tavola la presento come piatto unico, ma spesso mi sono chiesta se considerarla un primo come fa una famiglia di conoscenti o un secondo come usava mia madre. Ultimamente, poi, a mia figlia, in un ristorante di Roma, la trippa al sugo è stata portata tra i vari antipasti. Il mondo è bello perché vario!

trippa fagioli pane foto

Ingredienti per 4 persone:
700 g di trippa
1 pugno di prezzemoli tritati
1 foglia di alloro
1 foglia di salvia
1 rametto di timo
1 spicchio di aglio
passata di pomodoro
6 cucchiai di olio evo
1 pizzico di noce moscata
230 g di fagioli in scatola (peso netto)
sale e pepe

Esecuzione:
Rosolare il prezzemolo nell’olio evo, evitando i farlo diventare rosso, insieme allo spicchio di aglio, alla foglia di alloro, alla salvia e al rametto di timo.
Versare la trippa lavata, asciugata e tagliata a strisce e soffriggere per 15 minuti.
Togliere l’aglio, poi aggiungere la passata di pomodoro e i fagioli, salare e pepare.
Cuocere a fuoco moderato per almeno 30 minuti, aggiungendo un po’ di acqua o di brodo se la trippa è troppo asciutta.
Prima di spegnere accertarsi che sia cotta e aggiungere un pizzico di noce moscata.
Se risulta dolciastra potrebbe mancare di sale, perché la trippa vuole piuttosto saporita.

Ciambella di soli albumi aromatizzata al Vermout e cotta in Pentola fornetto

Il Tiramisù si mangia volentieri, però, poi occorre trovare il modo di riutilizzare i tanti albumi che restano.
Questa volta ho optato per una ciambella da gustare a fine pasto quando resta un “buchino” da riempire con qualcosa di dolce ma non troppo calorico.

ciambella albumi vermout foto

Ingredienti:
6 albumi
300 g di farina 0
150 g di zucchero
1 bicchierino di Vermout bianco
85 g di olio di semi di mais
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di curcuma (facoltativa)

Esecuzione:
Con le fruste elettriche o nella planetaria montare gli albumi a neve ferma con il pizzico di sale.
Aggiungere agli albumi poco alla volta lo zucchero, la farina dopo averla setacciata con il lievito e la curcuma, l’olio di semi ed infine il Vermout. La curcuma non è indispensabile ma serve per dare un po’ di colore alla ciambella che altrimenti resterebbe bianca.
Miscelare accuratamente il tutto con una spatola di silicone.
Imburrare ed infarinare il fornetto Versilia o usare uno staccante poi versare il composto
e cuocere per 50/60 minuti su fornello medio tenuto al minimo.

Ciambella con farina di mais cotta nel Versilia

ciambella mais foto

Ingredienti:
100 g di farina di mais a cottura rapida
180 g di farina 00
100 g di zucchero semolato
170 g circa di latte
1 uovo
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1/3 di bicchierino da caffè di liquore Sassolino

Esecuzione:
In una capiente ciotola setacciare la farina con il lievito, aggiungere la farina di mais a cottura rapida, lo zucchero e miscelare bene il tutto.
Rompere l’uovo, separare il tuorlo dall’albume e aiutandosi con le fruste montare quest’ultimo a neve ferma.
Aggiungere alle polveri il latte, il tuorlo d’uovo e il Sassolino, mescolare con una spatola di silicone sino ad ottenere un composto abbastanza fluido e ben amalgamato.
Aggiungere il pizzico di sale, 1/3 dell’albume montato, mescolare con decisione poi versare il restante albume mescolando delicatamente dall’alto verso il basso sino ad incorporarlo completamente.
Imburrare la pentola fornetto Versilia, versarvi il composto e cuocere sul fornello medio tenendo la fiamma al minimo per circa 50 minuti.
Per accertarsi della cottura, senza togliere il coperchio, infilare uno spiedino attraverso i fori superiori. Spegnere ed aspettare alcuni minuti prima di scoperchiare.