Ciambella con farina di mais cotta nel Versilia

ciambella mais foto

Ingredienti:
100 g di farina di mais a cottura rapida
180 g di farina 00
100 g di zucchero semolato
170 g circa di latte
1 uovo
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1/3 di bicchierino da caffè di liquore Sassolino

Esecuzione:
In una capiente ciotola setacciare la farina con il lievito, aggiungere la farina di mais a cottura rapida, lo zucchero e miscelare bene il tutto.
Rompere l’uovo, separare il tuorlo dall’albume e aiutandosi con le fruste montare quest’ultimo a neve ferma.
Aggiungere alle polveri il latte, il tuorlo d’uovo e il Sassolino, mescolare con una spatola di silicone sino ad ottenere un composto abbastanza fluido e ben amalgamato.
Aggiungere il pizzico di sale, 1/3 dell’albume montato, mescolare con decisione poi versare il restante albume mescolando delicatamente dall’alto verso il basso sino ad incorporarlo completamente.
Imburrare la pentola fornetto Versilia, versarvi il composto e cuocere sul fornello medio tenendo la fiamma al minimo per circa 50 minuti.
Per accertarsi della cottura, senza togliere il coperchio, infilare uno spiedino attraverso i fori superiori. Spegnere ed aspettare alcuni minuti prima di scoperchiare.

Annunci

Ciambelline con farina di farro

ciambelline al farro foto

Ingredienti:

330 g di farina di farro
130 g di farina 0
130 g di zucchero integrale di canna
2 uova
45 g di olio di semi di mais
10 g di lievito per dolci
1 pizzico di sale
latte q.b.

Esecuzione:
Setacciare le due farine insieme al lievito poi versarle in una capiente ciotola, aggiungere lo zucchero di canna, fare la fontana e versare i restanti ingredienti.
Amalgamare il tutto aggiungendo il latte poco alla volta sino ad ottenere un impasto di giusta consistenza per formare le ciambelline.
Disporle su una placca rivestita di carta forno e cuocerle a 170° per circa 20 minuti.
Estrarle dal forno quando sono ancora un po’ morbide poiché si induriranno raffreddandosi.

Pasta zucchine e tonno

pasta zucchine tonno foto

Ingredienti per 4 persone:

320 g di pasta corta
2 zucchine (300 g circa)
2 scatole di tonno all’olio da 80 g
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
4 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di salsa di pomodoro
sale e pepe

Esecuzione:

Lavare, asciugare e spuntare le zucchine, tagliarle a cubetti e versarle in una padella dove già si sta scaldando l’olio.
Salarle, peparle e cuocerle a fuoco medio per 15 minuti.
Tritare il prezzemolo e aggiungerlo alle zucchine insieme alla salsa di pomodoro.
Cuocere 5 minuti poi aggiungere il tonno spezzettato e proseguire la cottura per altri 5 minuti.
Appena la pasta è cotta condirla con il sugo e servire.
Volendo si può aggiungere un po’ di Parmigiano grattugiato, ma io, con il tonno, non lo metto.

Rustici ma buoni – Biscotti alle arachidi

biscotti rustici arachidi foto

Parafrasando biscotti assai più celebri, ho dato questo nome ai miei perché hanno un aspetto decisamente rustico, però sono risultati gustosi e prevedo una breve durata.
Sono facilissimi da preparare e richiedono poco tempo.
Con queste dosi ne vengono 25/30, dipende dalla grandezza.

Ingredienti:

80 g arachidi tostate
250 farina 0
100 g zucchero grezzo barbabietola
80 g di latte
60 g olio di semi di arachidi
1 cucchiaino di lievito per dolci
40 g di gocce di cioccolato
1 pizzico di sale

Esecuzione:

Pesare le gocce di cioccolato e metterle in freezer per almeno 10 minuti.
Tritare grossolanamente le arachidi tenendone da parte un po’ per guarnire i biscotti.
Setacciare la farina con il lievito poi versarla in una capiente ciotola insieme allo zucchero grezzo di barbabietola.
Miscelare bene poi aggiungere il pizzico di sale, l’olio di semi di arachidi e il latte, mescolando con una spatola di silicone, sino ad ottenere un impasto sodo ed omogeneo.
Aggiungere le arachidi tritate e le gocce di cioccolato. Se l’impasto risultasse troppo duro aggiungere un po’ di latte.
Con l’ausilio di un cucchiaio prelevare delle palline di impasto della grandezza di una noce, rigirarle tra le mani come a formare una polpetta poi appiattirle all’altezza di un dito e guarnirle con le mezze arachidi tenute da parte.
Disporre i biscotti su una teglia rivestita di carta forno e cuocere a 180° per 20 minuti.
Devono uscire dal forno ancora un po’ teneri perché induriscono raffreddandosi.

Ciambella alle tre farine cotta nel Fornetto Versilia

ciambella 3 farine foto

Una ciambella nata per caso utilizzando ingredienti presenti in dispensa e rimasti da preparazioni precedenti. Sebbene non siano stati usati olio o burro è risultata soffice e gustosa. La presenza della farina di mais la rende leggermente granulosa e a mio parere adatta soprattutto alla prima colazione.

Ingredienti:
100 g di farina 0
100 g di farina di castagne
100 g di farina di mais precotta
100 g di zucchero grezzo di barbabietola
3 uova
1 tazzina da caffè di vermut
200 ml di latte
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Esecuzione:
Setacciare insieme la farina 0, quella di castagne ed il lievito poi unire la farina di mais miscelandole bene tra loro.
In una ciotola montare a neve ferma gli albumi unendo il pizzico di sale; nella planetaria montare i tuorli con lo zucchero utilizzando la frusta a filo, unire il vermut, il latte. Inserire la frusta K e versare poco alla volta le farine.
Aggiungere la terza parte degli albumi mescolando velocemente con una spatola di silicone, infine versare i rimanenti mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
Imburrare ed infarinare il fornetto Versilia, versarvi l’impasto e cuocere per 50 minuti circa su fornello medio con fiamma al minimo.
Spenta la fiamma aspettare un paio di minuti prima di togliere il coperchio e lasciare intiepidire la ciambella prima di toglierla dallo stampo.

Crostata all’olio con confettura casalinga di fichi e mandorle

crostata fichi mandorle foto

A mio padre piacevano i fichi e, quando tutta la famiglia si trasferì nell’attuale abitazione, ne mise a dimora ben tre piante che ora sono in piena produzione.
Purtroppo maturano quando amici e parenti sono in vacanza, quindi, per non sprecarli, preparo delle confetture che finiscono per essere utilizzate in dolci e crostate.
Questa crostata l’ho preparata utilizzando olio di semi di Mais al posto del burro ed il risultato è stato più che soddisfacente.

Ingredienti per una teglia da 24 cm:
250 g di farina 0
75 g di zucchero semolato
60 g di olio di semi di Mais
65 g di acqua
1 cucchiaino di succo di limone
4 g di lievito istantaneo (circa 1/4 di bustina)
1 pizzico di sale.
Confettura casalinga di fichi e mandorle (o altra a piacere)

Esecuzione:
Setacciare la farina con il lievito, versare le polveri nella planetaria o in una capiente ciotola, fare la fontana poi al centro versare lo zucchero ed il pizzico di sale.
Con la frusta a foglia in movimento a velocità 2 aggiungere l’olio, il cucchiaino di succo di limone ed infine l’acqua mescolando sino ad ottenere un impasto ben amalgamato.
Versare la pasta sulla spianatoia o su un tappeto di silicone, tenerne da parte circa 1/3, con il mattarello stendere in forma circolare la rimanente, rivestire una teglia da 24 cm di diametro premendo bene con i pollici nel punto di congiunzione tra fondo e bordo per assottigliare la pasta che in quel punto tende a rimanere troppo spessa.
Aggiungere la confettura prescelta stendendola in uno strato uniforme, poi, con la restante pasta, formare la caratteristica griglia.
Infornare a 180° per 35/40 minuti.
Lasciarla intiepidire prima di sformarla perché, se calda, si rompe facilmente.

CONFETTURA DI FICHI E MANDORLE

Ingredienti:
1 kg di fichi piccoli e sodi
120 g di mandorle sgusciate
700 g di zucchero semolato
5 cucchiai di brandy
1 limone biologico

Esecuzione:
Privare le mandorle della pellicina.
Pulire i fichi con un telo umido o carta da cucina, tagliarli a metà nel senso della lunghezza, o in 4 parti se un po’ grandi, metterli in una ciotola di vetro o di ceramica, cospargerli con lo zucchero, grattugiarvi sopra la scorza del limone evitando la parte bianca e amara.
Coprire il recipiente con la pellicola per alimenti e lasciar riposare il tutto per almeno un’ora in un luogo fresco.
Trascorso il tempo versare il tutto in una casseruola dai bordi alti e dal fondo pesante, porla sul fornello tenendo la fiamma bassa e lasciar cuocere finché lo zucchero inizia a caramellare assumendo una colorazione bionda.
Aggiungere le mandorle e, con un cucchiaio di legno, mescolare accuratamente per incorporarle in modo uniforme alla composta in cottura.
Versare il brandy e proseguire la cottura, sempre mescolando, fino a quando una goccia lasciata cadere su un piattino freddo resterà quasi ferma.
Versare la composta ancora bollente in vasi precedentemente sterilizzati, chiuderli ermeticamente, avvolgerli in canovacci e lasciarli raffreddare prima di riporli in dispensa.
Se ben preparata la composta di fichi e mandorle si conserva per alcuni anni.

 

 

Margherita con farina di castagne e uvetta

margherita castagne foto

Quando lo stampo fa la differenza; infatti questo dolce ha di particolare solo la forma, per il resto l’ho preparato con ingredienti che avevo in dispensa e che voglio utilizzare prima dell’arrivo del caldo estivo.

Ingredienti per 10 persone:

150 g di farina di castagne
100 g di farina0
80 g di zucchero integrale di barbabietola
70 g di olio di semi di mais
3 uova
50 g di uvetta
1 bustina di lievito per dolci
½ bicchierino da caffè di Rum
1 pizzico di sale
1 stampo in silicone a forma di margherita

Esecuzione:
Lavare in acqua l’uvetta, scolarla e metterla in ammollo nel Rum per almeno 10 minuti.
Setacciare le due farine insieme al lievito per evitare che quella di castagne si raggrumi durante l’utilizzo e per togliere gli eventuali frammenti di castagne.
In una capiente ciotola montare le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale poi, sempre montando, aggiungere a filo l’olio di semi di mais.
Scolare l’uvetta dal Rum e versare il liquore nel composto di uova, poi aggiungere le polveri e amalgamare il tutto con una spatola di silicone aggiungendo, se risultasse troppo duro un po’ di latte od acqua sino ad ottenere una consistenza cremosa.
Da ultimo incorporare l’uvetta.
Con l’aiuto di un cucchiaio versare il composto nello stampo livellandolo accuratamente.
Infornare a 170° per 30/40 minuti.